Archives

You are currently viewing archive for February 2010
Category: General
Posted by: editor
null
Questo blog si concede una pausa rigenerante: ci si vede lunedì 8 marzo
IL 5 MARZO "L'OCCHIO" FESTEGGIA IL 100° NUMERO AL CORALLO
DI SCANDIANO (CENA-FACTORY, PARTY ANNI 60 E ROCK DAL VIVO)


* Nel frattempo ascoltate questo formidabile Battisti, un regalo per tutti

30° anniversario. "Una giornata uggiosa" è il tredicesimo album di Lucio Battisti. Registrato a Londra (come il precedente "Una donna per amico") con Geoff Westley nelle vesti di produttore, uscì in Italia sotto l'etichetta della Numero Uno nel febbraio del 1980 e rimase al primo posto in classifica per nove settimane consecutive. Fu l'ultimo album di Battisti con testi firmati da Mogol. Vancouver passa, la poesia resta.

null
"Sabato 27 febbraio 2010. Slalom olimpico di Vancouver 2010. Medaglia d'oro: Giuliano Razzoli. Firmato: Giuliano Razzoli". E' questo il testo di una previsione autografa che il neo campione olimpico nello slalom, l'azzurro Giuliano Razzoli, aveva fatto e sottoscritto alla vigilia delle Olimpiadi, il 7 febbraio a Felina - una frazione di Villa Minozzo (!!!) - alla festa del suo fan club. Per l'occasione venne invitato il giornalista di 'QN' Leo Turrini, emiliano come Razzoli. Turrini gli chiese di fargli una previsione sulla sua gara, cosa che fece Alberto Tomba alla vigilia di Calgary 1988. Il pronostico è stato centrato in pieno. (La Repubblica)

I soci Coopservice si ribellano al Ciga e manifestano davanti a Legacoop
-> ANCHE SUPERMAN E L'UOMO ROGNA CONTRO CAPITAN ILDO
null
Più di 500 "ribelli" e molti cartelli-sfottò ieri a Reggio: Pelanda dove sei?

null
E' partito, venerdì, dalla Provincia, il camper elettorale di Pagliani

null
Inaugurazione, ieri, del nuovo covo carbonaro del Pdl di Rubiera

null
Domani, lunedì 1 marzo, cena al ristorante Don Papi (viale Piave 4/f, Reggio) con Giuseppe Pagliani, il sen. Maurizio Saia (tale esperto di sicurezza locale), Pietro Negroni (Pdl). Tutti gli operatori di Polizia Locale saranno ospiti del candidato al Consiglio Regionale Pagliani.

null.null
Gli attacchini non vanno tanto per il "sottile"... a loro basta un perizoma!
SCANDI...ANO: TALVOLTA LE AFFISSIONI PRODUCONO STRANI EFFETTI!

C'E' MOTTI. "Ritengo che la recente sentenza del Tribunale di Milano che dichiara penalmente responsabili, per attività illecite commesse da terzi, i funzionari di Google, ponga la necessità di una riflessione anche in seno alle Istituzioni europee sull'attribuzione delle responsabilità relativamente agli eventuali contenuti illeciti caricati in Rete, si tratti di un motore di ricerca, forum, blog o social network.
Da una parte è innegabile che gli operatori di Rete si trovino in molti casi nell'impossibilità oggettiva di poter valutare i contenuti pubblicati in internet, e pertanto una censura preventiva oltre a rivelarsi impraticabile, porrebbe in discussione la natura stessa della Rete come luogo di libertà d'espressione... (CONTINUA DENTRO...)

null
C'E' BEPPE. Centro di Scandiano. Il candidato Pd "imita" il suo alleato nel Lazio, il mitico Tinto? Brass, candidato della lista radicale che sostiene la presidentessa Bonino, come si sa ha fatto tappezzare le città con poster elettorali (a dir poco peccaminosi) che raffigurano culi al vento... peraltro presi da dietro e in primo piano. Sennonché qui da noi, a Reggio, l'ingeneroso accostamento tra Pagani e i "lati B" femminili è del tutto involontario, ancorché simpatico. Ma Tinto Bragg (diminutivo di Braggion, un sostenitore di Beppe) dichiara: "Li faremo togliere subito".

null
ULTIM'ORA! /// CLAMOROSO: SI SPACCA IL FRONTE ARTURIANO. I CAVALIERI EMILF E SIMO, COSPIRATOR CORTESI, ABBANDONANO IL DESCO: "AZTLAN? STOP, PRENDIAMOCI UNA PAUSA DI RIFLESSIONE". UN DURO COLPO PER IL GRAN MAESTRO GIANPAR, CHE ACCUSA I DUE SERVITORI DELLA TAVOLA BISLACCA DI ALTO TRADIMENTO: "PRENDO ATTO DELLA CONGIURA... ANCHE SE DA LORO NON ME LO SAREI MAI ASPETTATO. TUTTAVIA CONTO SULLA FEDELTA' DEI MIEI UOMINI PIU' VALOROSI: PIER APLOMB, BET, OSVALD, TERRY E ARMONIC-MAN".
MA ANCHE ZAR. PRENDE LE DISTANZE DAL CENACOLO: "SERVONO NUOVE SFIDE E NUOVE BATTAGLIE... E POI, A DIRLA TUTTA, NON SONO MAI STATO UN RICCARDO "CUOR DI BEONE". BASTA UFO, LA MIA DURLINDANA PUNTA ALTROVE: ABBANDONO LA TAVOLA BISLACCA PER UN MESE ALMENO... CIAO E BUONA FORTUNA A CHI RESTA".

» Read More

Category: General
Posted by: editor
nullnullnull
(Satira) Da sinistra: 'Minimo' Storchi, 'Asilo' Morini e 'Circo' Carrattieri...

Incontro semi-clandestino? C'è un Solitario alla Fondazione. No, non stiamo parlando del presidente Borghi, che anzi ha fatto gli onori di casa, condividendone gli oneri... Oggi pomeriggio, nella sede della Fondazione Manodori, il buon Zarathustra ha assistito, compassato, alla presentazione della volume-ristampa de "La Penna", foglio incazzoso cui finalmente, in omaggio alle scottanti verità dell'immediato dopoguerra, diversi ristoranti comunisti reggiani hanno dedicato un piatto: le celebri 'penne arrabbiate tricolori' (con molta, moltissima pummarola, affinché la memoria del sangue dei vinti diventi il sugo, pepato, della storiografia moderna).
Presenti l'on. Castagnetti, il candidato Pd Pagani, il candidato Udc Zobbi, il candidato Pdl Filippi e l'editore Scansani (Diabasis). Nel salone anche gli storici un po' soloni Storchi (presidente Istoreco dal '94 al 2000), Morini (deputato Dc dal '76 al '79 e oggi presidente Alpi-Apc) e Zambonelli (direttore Notiziario Anpi), oltre ai due autori dei saggi critici ospitati nel volume ristampato (lo storico Vecchio e il presidente di Istoreco Carrattieri).

LA GALLERY-IL MONDO COOP PENDE DALLE LABBRA DI PELANDA
Venerdì, Univer. di Reggio: la lectio magistralis del kingmaker destrorso
null
Il prof. Carlo Pelanda, Ivan Soncini e l'economista Giulio Sapelli

null

null
L'intellettuale e manager Maurizio Brioni sfoglia la "pelandata". Il marito dell'on. Elena Montecchi è amministratore dell'istituto Banfi (quello degli studi filosofici, mica quello di Nonno Libero) e dirigente di Coopsette

null

null

null
Certo, c'era anche un po' di bella gnocca, tra cui la vichinga Marina

null
-> L'infiltrato speciale (Un geografo carolingio in missione...)
Operazione Valchiria: Pier Salvarani, in "incognito" ma senza alcun travisamento, ovvero nelle vesti di monsieur Aplomb, finge aria da scolaretto seduto tra i banchi - e i banchetti - dell'Aula Lagna ("Cigno o cagna purché se magna": ecco il motto araldico dell'intramontabile Setta del Buffet, molto attiva anche a Reggio). In realtà sta carpendo informazioni per conto dei Cavalieri della Tavola di Aztlan, che aspettano un dettagliato report entro sera. "Pier De La Stampelle, discendente dell'omonimo casato di Borgogna, ha gli agganci giusti, è lui l'uomo più indicato per questa rischiosa operazione di intelligence à la cìgarienne, un po' pappa e ciccia", ha spiegato Gianpar al noto board templare. "E poi anche Campani (di Boorea - ndr) si fida ciecamente di lui...".

* INVITO BIS AD AZTLAN: GIANPAR CI RIPROVA CON MAX!
Il Templare non si arrende e scrive nuovamente al cartesiano refrattario
null

->"Pacta servanda sunt, feles (gatti) Pelanda sunt"
"Noi, sir Gianpar Parsifal e Cavalieri della tavola bislacca tutti, rinnoviamo l'invito a sir Max Lancillotto Panarari del Lago e alla di lui presenza in un prossimo, futuro meriggiare al Regno di Aztlan; le pur argute argomentazioni portate dal suddetto alla causa giustificatoria dell'assenza, necessitano di umile, volendo puntuale, precisazione. Secondo il nostro nobile sospirante (più che aspirante) Cavaliere, non sarebbero conciliabili dunque le contemporanee frequentazioni di salotti illiminati dalla Ragione e di casotti oscurati dalla fantasia amicale. L'uno scaccerebbe l'altro, o di qua o di là, aut-aut, sì-sì, no-no. E il nostro affabile interlocutore si colloca giustamente capotavola dei primi; vale ora però ricordare a sir Max Lancillotto, estimatore e propugnatore di Cartesio e del suo "rogito...", pardon "cogito, ergo sum" che uno dei manifesti stessi della razionalità del XVII secolo è quella favolosa "Lettera sugli spiriti" del filosofo olandese, nonché precursore dell'Illuminismo, Baruch Spinoza che in un lungo carteggio con Hugo Boxel cercò di dimostrare, filosoficamente, la non esistenza degli esseri immateriali. Non si sottrasse dunque al colloquio su argomenti apparentemente visionari ma trasse spunto dallo scambio epistolare per lasciare ai posteri quel capolavoro di raziocinio. Poi ognuno restò della sua; Spinoza mai credette a fantasmi o genìe ectoplasmatiche di sorta, Boxel restò preda delle sue superstizioni. Insomma illustre sir Lancillotto faccia maggiormente suo il beneficio, quello dell'eterno dubbio, anche su ciò che, apparentemente si vede. Perché nessuna rivoluzione sociale o intellettuale, nessuna rivincita etica nasceranno mai da tavole rotonde organizzate; forse, ma sarà la storia a dirlo, da quelle improvvisate al Vespero, frutto di conviviale spontaneo tra menti libere e inebriate (da birra, mai da ideologie) per sogni topici (non u-topici) destinati a svanire all'alba. Ancora, nobile Cavaliere, la aspettiamo".
(Sir Gianpar Parsifal e Cavalieri di Aztlan tutti, venerdì 26 febbraio)

null
Venerdì 26 febbraio: tra i nuovi adepti c'è Lady Francy de la Chillonière
null
Ucci ucci sento odor d'incaricucci! Il filone delle consulenze pubbliche tira eccome. Di quelle della Provincia (anno 2008) se ne occupa, oggi, il Ghiggio: due paginoni sul Giornale di Reggio. Cifre spesso astronomiche (da far invidia a ipotetici, eventuali beneficiari esclusi), qualche cognome "ingombrante" e qualche nome ricorrente negli anni nonché, last but not least, "oggetti" talvolta da decifrare. Insomma, un elenco che, letto così, dice poco... ma quel poco per alcuni è comunque tanto. (Troppo?)

Category: General
Posted by: editor








nullnull

WIKIZAR BRUNETTA, D'AVANZO E LE TURBO-SPESE PUBBLICHE

Ciondolando in Internet... / CONSULENZE - 1
"CONTI PUBBLICI E TRASPARENZA (anche nelle consulenze - ndr)
I COMUNI NON SONO CULLA NE' DEL MALAFFARE NE' DELLO SPRECO..."

"Le proposte del Governo, e in particolare del ministro Brunetta, contro la corruzione e per la riduzione delle ‘spese superflue’ sembrano voler colpire ancora una volta i Comuni, additati grossolanamente e in modo indistinto come culle del malaffare e dello spreco di risorse pubbliche. E’ grottesco e inaccettabile, perché sono soprattutto i Comuni a essere in prima linea per la legalità, impegnati capillarmente nella trasparenza negli appalti, nella lotta al lavoro nero, nel controllo e nella riduzione delle spese". (Graziano Delrio, vice-presidente ANCI, ieri)

Ciondolando in Internet... / CONSULENZE - 2
->"Il 60% delle consulenze non viene pubblicato dalle amministrazioni"
"Renato Brunetta risulta essere il ministro più popolare del governo, e questo perché finora non ha guardato in faccia a nessuno, rendendo pubblici stipendi, rendite di posizione, sprechi e privilegi di un paese che ne è da sempre il regno incontrastato. Il titolare della Funzione Pubblica ha infatti annunciato che l’indagine sulle consulenze ha fatto venire alla luce una selva di dati inattesi, col risultato che soltanto il 30-40% era già stato pubblicato, per cui ora toccherà al restante 60.
Ma la bomba è che questo 60% riguarda tutte le consulenze non comunicate dalle rispettive amministrazioni, atto che la legge punisce col divieto di ottenere nuove consulenze nell’anno immediatamente successivo". (Polispblog.it, 2008)

Ciondolando in Internet... / CONSULENZE - 3
->"Tangenti pulite e fatturate? Ecco il business delle consulenze d'oro"
"(...) La Protezione civile ha centinaia di consulenti. Ci sono consulenze di "area politica ed economica", di "ricerche e di indagine". Se ne rintracciano alcune stravaganti. "Consulenti di comunicazione politica e pubblica nel settore", consulenti di "accessibilità immediata agli specialisti del settore per la risoluzione di problematiche improvvise", "consulenti in strategie e tecniche dell'informazione, di immagine e divulgazione della cultura di protezione civile", consulenti per "coadiuvare il Capo del Dipartimento nelle attività collegate all'iter parlamentare dei provvedimenti legislativi", "consulente per le attività di comunicazione visiva". Ogni progetto o intervento della Protezione Civile può rendere necessario, per un brevissimo, breve o lungo periodo, un'"assistenza tecnica", di "sperimentazione e analisi", dall'emergenza piogge in Friuli Venezia Giulia all'emergenza Pantelleria, dalla "Commissione generale di indirizzo Campionati del mondo di ciclismo su strada 2008" alle celebrazioni per il 150 anni dell'Unità d'Italia.
I consulenti possono tirar su centinaia di migliaia di euro o anche trentamila euro per pochi giorni di lavoro e senza alcuna fatica o competenza. Le fumisterie degli incarichi corrispondono all'assoluta arbitrarietà degli ingaggi e delle selezioni, spesso direttamente decise da Guido Bertolaso. Tuttavia, se si guarda con attenzione ai nomi dei consulenti, alle loro famiglie e relazioni e ruoli pubblici, si intravede una razionalità e un disegno. Nelle liste dei consulenti delle più bizzarre e ben pagate consulenze, ci sono coloro che direttamente possono proteggere il sistema che si è creato negli interstizi operativi della Protezione Civile. La consulenza non è altro che "una tangente pulita e fatturata" per tener buono il giudice amministrativo, l'assessore riluttante, il giudice contabile, il pargolo scapestrato del parlamentare, il genero del capo corrente, il procuratore cui si chiede di farsi quietista e guardare da un'altra parte. È il modo di creare intorno al sistema un muro di supporters e un anello di complicità".
(Giuseppe D'Avanzo, "La Repubblica", 22 febbraio 2010)

null
Lunedì sera a Casalgrande (Teatro de Andrè) il secondo e conclusivo incontro del breve ciclo di approfondimento su tematiche ambientali intitolati "Il punto, noi e a capo. Crediamoci!". Relatori della serata membri di ASPO-Italia, la sezione italiana dell'associazione scientifica ASPO (Association for the Study of Peak Oil), il cui scopo principale è lo studio del picco del Petrolio e delle sue gravi conseguenze sui sistemi ecologici, economici e sociali. Un’associazione che si occupa, inoltre, dell'esaurimento delle risorse non rinnovabili, dell'inquinamento, dei cambiamenti climatici e in generale dei limiti alla crescita economica. Nell’atrio, ad anticipare alcuni temi, era in esposizione la famosa Fiat 500 “d’epoca” di Pietro Cambi: una Cinquecento che, oltre all’irresistibile simpatia, ha messo in mostra come sia possibile evitare il rottamaio ed essere al passo con i tempi, ovvero con l’idea del retrofit elettrico applicato a un’auto nata con un motore a combustione.
Category: General
Posted by: editor

null
Manca un mese esatto al voto. Pertanto si comunica che questo blog, neutrale e/o terzo nel senso di equidistante e/o equivicino agli schieramenti in campo, mette a disposizione il proprio "potenziale diffusionale" a chiunque fosse interessato (partiti e/o candidati, nel rispetto della par condicio prevista) a prenotare uno spazio web di forte impatto comunicativo in vista delle elezioni del 28 e 29 marzo.
Info: ciroandreapiccinini@gmail.com


"Pubblicato il verbale del 9 luglio scorso, in cui il consigliere Pierfederici dichiarava “forse i socialisti hanno fatto qualcosa in più, almeno finora, di qualche comico a cinque stelle”. Pubblicata ovviamente anche la mia risposta". (Da reggio5stelle.it)

Estratto / -> Consigliere Pierfederici, socialista eletto col PD:
“(...) Chiudo rivolgendomi sommessamente al collega Olivieri, perché francamente non ritengo colpa grave essere socialista, e in particolare ricordo che i socialisti - in questa città - hanno contribuito molto all’attuale situazione, che può essere criticabile, certo; tuttavia credo che qualche marchio positivo si debba ricordare: perché le FCR, le aziende speciali e municipalizzate sono un prodotto del municipalismo socialista; niente di rotto, ma forse i socialisti hanno fatto qualcosa in più, almeno finora, di qualche comico a cinque stelle. Grazie”.

-> Consigliere Olivieri, "Reggio 5 stelle Beppegrillo.it":
“Intervengo solo due secondi per rassicurare il consigliere Pierfederici, perché naturalmente la mia intenzione era quella di fare una battuta; infatti i giudizi sulle persone sono senz’altro più complicati e i socialisti a cui ci si riferiva erano quelli che presero un comico che diceva la verità e lo sbatterono fuori dalla televisione pubblica pagata con i soldi degli italiani per ben 16 anni, ed erano quelli che poi finirono ad Hammamet... Qui siamo nel Consiglio Comunale di Reggio Emilia, non di Hammamet”.

Il Movimento 5 Stelle è stato il primo alle 8.25 (oggi) a presentare in Tribunale la lista del collegio di Reggio in vista delle elezioni regionali del 28-29 marzo. Sono 1.498 le firme raccolte per la candidatura dei 5 candidati in lizza, ovvero: Giovanni Favia 29 anni, libero professionista nel settore produzioni audio-video (è anche il candidato Presidente), Gianluca Sassi (Reggio-Cavriago), Luca Pecchini (Gualtieri), Ermes Fornaciari (Rubiera) e Gabriella Blancato (Vezzano).

null
LA CURIOSITA' / CHI HA COPERTO IL MANIFESTO DI EBOLI? GOLIARDIA?
Category: General
Posted by: editor
null (Satira politica)
null
RECORD / A Reggio ci sono più comunicatori che cose da comunicare!
Sopra, un autoscatto del geniale e ormai leggendario Terry Richardson

L'80% (12 su 15) dei beneficiari sono donne. Ecco la "top five":
1) Elisa S. (2009): 29.733 euro
2) Sara F. (2008-2009): 27.844 euro
3) Pamela F. (2008-2009): 27.844 euro
4) Lucia Z. (2008-2009): 27.605 euro
5) Elisa B. (2009): 25.570 euro


null
IDEE / Protesta-choc in piazza a Reggio, qualche anno fa (ph. Bertozzi)
Category: General
Posted by: editor
Il "recuperato" cinema (comunale) del centro fa concorrenza al Rosebud
null
Tutti in corsa per un incarico all'Al Corso!? E il Comune paga!
3 proiezionisti esterni + 3 cassiere esterne. Un film già visto?
Category: General
Posted by: editor
CONFERMATA LA 'PRIMA LEGGE DI CATZ' SUI SISTEMI ECONOMICI: TIRA PIU' UN 'PELANDA' DI (***) CHE UNA MANDRIA DI SOCI COOPSERVICE...
null (Satira politica)

*Tu vuo' fa' l'americano? Bene... E così arriva un'altra gatta da "pelanda"
*DOMANI (ORE 17.30), UNIVERSITA' DI MODENA-REGGIO (Via Allegri, 9)
*EVENTO. Sogno o Son...cini? Scherzi a parte, ormai il d-Ildo è tratto...
*Il destrorso del liberalismo presenta "Formula Uno". Presente Briatore...
*Solo l'illusionista Houdini poteva materializzare l'intellettuale di Udine

nullnull
->Ma Pier Pansa Ghiggini insiste: "Non è un paese per Vecchi"

->APPUNTAMENTO DA NON PERDERE. La cooperativa reggiana Boorea (creata allo scopo di promuovere la diffusione della forma e della cultura imprenditoriale cooperativa nel mondo, con particolare riferimento ai Paesi dell’Europa centro-orientale, dell’Africa, dell’Asia e dell’America Latina) ha invitato lo studioso ed esperto di economia internazionale, scenari strategici e teoria dei sistemi prof. Carlo Pelanda (editorialista de Il Giornale fino al 2007 e attualmente opinionista de Il Foglio e Il Tempo, tanto per non sbagliare... E poi ha insegnato ovunque: il suo curriculum è davvero sterminato oltre che invidiabile / GUARDA).
Il prof. Pelanda, domani pomeriggio, nei locali dell'Università di Modena e Reggio (ore 17.30, via Allegri, 9), illustrerà "Formula Italia", ovvero il suo nuovo progetto nazionale e autorevolmente liberale.

A moderare l'incontro sarà il giornalista-saggista Mad Max Panarari, al centro di un serrato corteggiamento da parte dei Cavalieri di Aztlan...

Category: General
Posted by: editor
GRANDE "LOU" FERRIGNO! - I comunisti son verdi di rabbia
null
-> Il candidato di Rifondazione alle regionali ha le idee molto chiare...

null (Satira politica)
DOCUZAR. / Il candidato con base in quel di Vezzano (già assessore e consigliere regionale, appassionato di spettacolo) sta "postando" su Youtube i pezzi forti del suo passato di conduttore "alla marinara"...

Category: General
Posted by: editor
Auguri a Daniela "Azor" Simonazzi, che oggi compie gli anni!

null (Satira politica)
PICCOLE ROCKSTAR CRESCONO: ED E' SUBITO 'BEATIFICATION'!
"Niente paura", c'è Beppe. E gli amici gli tributano un carosello di grazie



->Il "carbonaro" Pd ospite della Carbognani alla Fondazione. L'occasione fa l'uomo "glabro", si sa: tuttavia anche in questo caso Cecco Beppe terrà la barba, cioè il 'giardino pensile' che lo contraddistingue. Il bancario francescano rende omaggio al samizdat d'un prete che prestava la rotativa a un adolescente incendiario (che non a caso faceva parte delle Fiamme Verdi, alias partigiani cattolici).
-
Beppe sarà presente sabato 27 (ore 14) in Fondazione Manodori alla presentazione della ristampa dello storico foglio “La Penna”. Il giornale, fondato da Giorgio Morelli (che si firmava “Solitario”) ed Eugenio Corezzola, venne stampato nei territori liberati dai partigiani sul nostro appennino, fra marzo ed aprile 1945 e riportava il punto di vista dei combattenti della 284 Brigata Fiamme Verdi “Italo”. Il foglio dei ragazzi di Don Domenico Orlandini (detto “Carlo”) si caratterizzò subito per i forti aneliti di libertà e progresso civile, portando anche a frizioni e tensioni con i partigiani della Brigata Garibaldi in ragione dei diversi orientamenti politici e ideali che animavano le componenti della Guerra di Liberazione. Morelli fu il primo partigiano ad entrare nella Reggio liberata, il 24 aprile 1945. (Dal sito beppepagani.it)

nullnull
"PIU' ERBAZZONE PER TUTTI!"
AL VIA ANCHE LA CAMPAGNA ELETTORALE DI TUTINO (PD)
Erbazzone e acqua pubblica. Biblio Panizzi, venerdi 26 febb. (ore 11.30)
"Cultura, ambiente e politica a costo zero, per iniziare la lunga sfida per le regionali. Abbiamo scelto il luogo più frequentato dai giovani reggiani per avviare un cambiamento della politica partendo dalle elezioni regionali del 28 e 29 marzo. Non è vero che tutti quelli che fanno politica sono uguali, la politica può cambiare se cambiano i politici e, soprattutto, se iniziano a dire cose chiare. Noi venerdì partiamo con entusiamo, energia e speranza. Visita il sito: www.scrivitutino.it

nullnull
"SAN LAZZARO, ALZATI E CAMMINA!"
E LA MORI INVOCA UN MUSEO DELLA PSICHIATRIA PER REGGIO
"Sono entusiasta: la nostra città diventi subito il punto nevralgico (o nevrastenico? - ndr) di un osservatorio europeo sui disturbi mentali..."
"La proposta del senatore Alessandro Carri di istituire una Fondazione per la gestione e la promozione di un Museo nazionale della psichiatria nell’area San Lazzaro mi vede particolarmente favorevole ed entusiasta. Si tratta certamente di uno dei progetti strategici di respiro internazionale che la città di Reggio può portare all’attenzione della Regione. Il mio impegno in questo senso è che la Regione possa fare propria questa iniziativa progettuale che porrebbe la nostra città in primo piano nel campo della ricerca e dello studio sulle malattie mentali. Il ruolo della Regione potrebbe essere di forte stimolo nei confronti del Parlamento perché si velocizzi l’iter parlamentare della proposta di legge presentata e sostenuto unitariamente da tutti i parlamentari reggiani. Il pregio ed il valore di questa destinazione d’uso per l’area del San Lazzaro è un formidabile “incrocio” tra passato e futuro e risponde alla necessità di porre grande attenzione alla fenomenologia dei disturbi mentali che interessano una percentuale rilevante della popolazione europea. In questo quadro può prendere corpo la costituzione dell’osservatorio europeo sulla salute mentale con centro nevralgico nella nostra Città. Sostengo con convinzione questo progetto che si inserisce pienamente nel solco degli ideali di civiltà e libertà della nostra terra: investire risorse nella valorizzazione della memoria storica e della nostra tradizione scientifica deve essere un obiettivo strategico che può favorire l’impegno e l’adesione di Enti pubblici, istituzioni scientifiche e dei privati più sensibili. In tal senso mi attiverò presso la Regione, affinchè si renda promotrice di una conferenza dei servizi che coinvolga tutte le istituzioni interessate per dare concretezza a questa iniziativa". (moriroberta.it)
Category: General
Posted by: editor
* E per il "benessere animale" un altro incarico da 13.118 euro
null
“Due anni fa il progetto della nuova microarea destinata a un gruppo famigliare di sinti che vivevano in un campo nomadi molto affollato creò pretestuose discussioni. Oggi possiamo dire che questo percorso si è concluso nel migliore dei modi e con soddisfazione di tutti, a dispetto di quanto paventato dagli ‘imprenditori della paura’ di allora. Questo conferma quanto sia necessario fare riflessioni e progetti razionali per superare la vecchia soluzione dei campi nomadi, ormai presenti solo in Italia, evitando la creazione di aree di marginalità".
È con queste parole che l’assessore alle Politiche sociali Matteo Sassi, il 23 gennaio, ha presentato alla stampa (insieme alla responsabile del progetto nomadi Strozzi e agli operatori Albenghi e Reverberi), due iniziative dedicate alla realtà dei sinti a Reggio Emilia e alla loro tragica storia di deportati nei campi di sterminio nazisti (progetto di mediazione e inclusione "Tra il campo e la città").

WIKIZAR. / I Sinti sono una delle etnie della popolazione 'romanì' (!), altrimenti chiamati zingari. Tradizionalmente i Sinti hanno esercitato l'attività del giostraio e del circense (tra i più famosi, in Italia, ci sono i membri della famiglie Orfei e Togni, entrambe di origine sinta).

-> A S. G. è stato invece prorogato un incarico co.co.co per "attività sul benessere animale presso il canile comunale". Le bestiole, innanzitutto.

Un "delicatissimo" manifesto-choc della destra estremista (Forza Nuova)
null
La "composta" reazione a caldo ad alcuni tragici fatti di cronaca romana!
Category: General
Posted by: editor
PROVOCAZIONI! / Un mese fa aveva detto: "La Bonino e la Polverini?
Le prenderei a fare un film, certo... un film su una grande ammucchiata"

-
'Tanto' Brass: "Filosoficamente parlando il culo è laico, ma è soprattutto l'anticoncezionale per eccellenza... e in quanto assolutamente naturale è perfettamente in linea perfino con i precetti della Chiesa Cattolica..."

null
UN ESILARANTE E CONDIVISIBILE MANIFESTO PROGRAMMATICO

Sbattere il culo sui manifesti elettorali e dichiarare "meglio un culo che una faccia da culo", non e' uno scoop scandalistico, una gag goliardica, una battaglia di retroguardia, ma la sintesi icastica del mio credo politico: "EROS E' LIBERAZIONE". Eros come deragliatore ideologico per smascherare gli eterni inganni con cui i corifei della dignità e del nobili sentimenti ci hanno per troppo tempo e con troppi imbrogli presi per il culo. Liberazione come rifiuto dell'ipocrisia dei politici di mestiere e del conformismo dei moralisti di destra e di sinistre, come affrancamento dalla protervia del Potere, dal perbenismo dei farisei, dai tabu', dal complessi, dalle frustrazioni, come ribellione alla paura che spegne i sogni, e con i sogni si porta via la speranza.
Non mi scandalizzano certo i festini di Berlusconi, i trans di Marrazzo, i massaggi di Bertolaso, quanto l'ipocrisia di chi quelle cose le fa e poi nega di farle, le sa ma se la prende con le tresche sessuali piuttosto che con quelle affaristico-politiche di cui le prime sono solo la ciliegina sulla torta. E' questa arrogante doppiezza che rende la casta del 'potenti' insopportabilmente prepotente, e la confraternita dei moralisti neo-casti pateticamente bacchettona quando stigmatizza con furore iconoclastico-inquisitorio più l'oscenità sessuale che quella tangentizia.
Perciò ho messo il culo nei miei manifesti: a differenza delle facce - maschere ipocrite che sanno fingere e mentire - il culo non mente e non inganna, e' lo specchio fedele della nostra anima, spavaldo vessillo di trasgressione, rabbia, insofferenza, la sua idea e' Liberta', la sua immagine Verita', la sua essenza Onesta'. Filosoficamente il culo e' laico, e' l'anticoncezionale per eccellenza, e in quanto assolutamente naturale in linea perfino con i precetti della Chiesa Cattolica. Psicologicamente e' ottimista, toccare il culo porta bene, e' sintesi iconica di fortuna e felicità insieme, gratificante panacea dei mali e brutture del mondo. Esteticamente è un capolavoro, un perfetto significante, il 'bello" per antonomasia, un piccolo frammento di universo capace di dare un senso al non-senso dell'esistenza.
Metaforicamente e' un formidabile grimaldello semantico per scassinare la cassaforte arrugginita della nostra Cultura, che e' vecchia, stantia, polverosa, muffita, accademica, elitaria, noiosa, triste, piagnona, quaresimale, punitiva, lugubre, cipigliosa, catastrofista, funeraria e lassativa. Politicamente è l'emblema CONTRO più libertario-libertino che ci sia: contro la partitocrazia, le ingerenze del Vaticano, lo scippo di laicita' e legalita', le convenzioni, le convenienze e le connivenze, l'Ufficialità e il Politically Correct, l'affarismo e la corruzione, il bigottismo di chi getta il sasso - o il sesso - ma poi nasconde la mano. All'insegna di "W IL SEDERE, ABBASSO IL POTERE" invito tutti coloro che non vanno piu' a votare, i giovani, gli astensionisti, i delusi dalla politica, a scegliere nel segreto dell'urna l'eretico (erotico) culoclasta-culolista".
Tinto Brass (Lista Bonino-Pannella) Da dagospia.com
-
GENTE DA OSTERIA - 2 / Sarà anche pudica... ma non è un’autobiografia
La delusione di leggere Guccini in cerca d'amori e trovare soltanto lagne!
Se si ha molto “pudore e un’inusitata ritrosia”, se non si ama parlare del proprio lavoro, delle proprie canzoni e della propria vita, se si sbuffa quando qualcuno fa una domanda che vada oltre il dramma della scomparsa delle osterie in Emilia, la soluzione non è complicata: si può evitare di scrivere un’autobiografia. Perché se una fan di Francesco Guccini, che continua ad ascoltare le sue canzoni nonostante ci sia subito qualcuno pronto ad alzarsi in piedi di scatto, imitare la voce con la erre gorgogliante e dire cose alla rinfusa tipo: la locomotiva, la rivolta, le cicche e il vino rosso, trionfi la giustizia proletaria, il progresso è cattivo, beviamoci un fiasco, se insomma una che lo ama ancora compra “Non so che viso avesse – La storia della mia vita” di Francesco Guccini (Mondadori, 18 euro), poi si aspetta di trovarci davvero la sua vita, o almeno qualcosa di personale, una pena d’amore dopo i dodici anni d’età, un litigio, una figuraccia, una storia non ancora sentita... (CONTINUA DENTRO...)

null

» Read More

Category: General
Posted by: editor
DUE SCANDIANESI (PAGANI E PAGLIANI, ENTRAMBI GIUSEPPE) AL VOTO!
-> LO SPOT TV DEL CANDIDATO GIUSEPPE PAGLIANI (GUARDA)
Intanto C'è Beppe Pagani stasera cena coi colleghi di banca di Guastalla

null

1) MINACCE A REGGIO C. (Clicca) /// 2) FUMETTI IN IRAN (Clicca)
null

3) Pubblicato l'ultimo rapporto del Committee to Protect Journalists: la crescita di freelance e giornalisti online sta rendendo più vulnerabile la stampa, soprattutto nei paesi oppressivi. Ma la rete si conferma anche l'antidoto migliore per limitare i danni della censura. Il rapporto analizza la situazione Paese per Paese come ci racconta Raffaele Mastrolonardo

99 giornalisti e operatori dell'informazione uccisi e 136 imprigionati in tutto il mondo nel 2009. Questo il bilancio stilato dall'associazione newyorchese Committee to protect journalists (Cpj) nel suo ultimo rapporto Attacks on the press 2009. Numeri che parlano chiaro e che fanno dell'anno appena concluso il più nero dal 1992, da quando cioè l'organizzazione ha cominciato a tenere il conto delle uccisioni.
Quanto ai motivi che hanno portato al carcere, la ragione più frequentemente invocata dalle autorità per giustificare la repressione è l’attività “antistatale”: con tale accusa sono stati incarcerati 64 giornalisti. I temi politici restano, in generale, i più pericolosi da trattare, se è vero che dei 71 reporter uccisi per i quali è stata accertata la motivazione dell'assassinio 48 (il 68%) si occupavano proprio di questi argomenti...
(CONTINUA DENTRO)...

TELEZAR. / REGGIO - 1 /// Parla il vice-presidente ANCI
IL SINDACO SPIEGA IL RUOLO DEI COMUNI SECONDO LA COSTITUZIONE


TELEZAR. / REGGIO - 2 /// "Valeria mi vuole con la valigia"


TELEZAR. / REGGIO - 3 /// Turismo "di lusso" in Canada

Guidata dal presidente Giuseppe D-Alai Lama, una delegazione del Consorzio del Parmigiano Reggiano sarà stabilmente presente a Vancouver durante le Olimpiadi invernali (a Casa Italia, di cui il Consorzio è sponsor, oltre che fornitore ufficiale della squadra azzurra).

null

» Read More

Category: General
Posted by: editor
null (Satira politica)
Tagli alle spese ed eventi cittadini. Il capogruppo Pd in sala Tricolore Vecchi ha lanciato un appello alla giunta e alla città: la Notte Bianca deve sopravvivere, sarebbe un peccato (e una sconfitta) non organizzarla...

null
WIKIZAR. Immagine trovata in Infernet. "L'invasione degli ultracorpi", invece, è un romanzo (The Body Snatchers) di Jack Finney (1955), nonchè un film tratto dallo stesso libro (e diretto da Don Siegel, 1956)

L'Unità di Progetto "Città Storica", che cura il restyling-reborning del centro cittadino per conto del Comune di Reggio, ha assegnato tre consulenze tecniche esterne (co.co.co) per un valore complessivo di 88.498,49 euro. Per il lavoro delle architette F.M. e A.S. (collaborazione biennale 2008-2009) si sono investiti 60.487 euro (la prima, almeno nel 2007, salvo casi di omonimia, avrebbe collaborato anche all'allestimento di Fotografia Europea, mentre la seconda - informa un quotidiano del 20/12/08, e anche qui salvo casi di omonimia - sarebbe sposata con un ex campione (per un giorno) de "L'Eredità" di Conti su Rai Uno.
La terza consulente, invece, è E.M., che per "progetti di valorizzazione commerciale del centro storico dal 10/3/'08 al 31/1/'09" è costata (ok, trattasi di investimento, nel medio e lungo termine anche di risparmio, senza dubbio) al municipio 28.011 euro. Ah, ok: una piccola curiosità (anche questa mera, pura cronaca) per la gioia di quei pazzi frequentatori di lazzi e scazzi - come noi, amanti della statistica e dell'astrologia, cioè del caso e del fato, e comunque sfigati sia nel gioco sia in amore - d'incompleti, inattendibili e fuorvianti archivi on-line e/o di tutti quei perditempo - un po' come Zarathustra, che come si sa è affetto da inguaribile masturbatio mentis - sempre a caccia di datati, ininfluenti e inutili excursus ascrivibili ai soliti leziosi e lagnosi birignao (Bignami) enciclopedici simil-Wikipedia... Quest'ultima (e ribadiamo: sempre che non si tratti di un altro caso di omonimia, perché questo da una ricerca by Google non si evince), già responsabile della commissione cultura della 'Tersa' Circoscrizione, pare fosse tra i candidati (secondo posto in elenco, subito dopo l'assessore P.G. e appena prima del già segretario cittadino M.P.) della lista "Liberi di scegliere" in occasione delle primarie del nascituro Pd, svoltesi il 14 ottobre 2007. Il 9 ottobre di quell'anno, poi, al teatro dell'Orologio Swatch, si tenne una serata di presentazione delle tre candidate Pd del quartiere, tra cui pare figurassero la stessa E.M. e l'oggi assessore N.M., entrambe appartenenti alla "conferenza - episcopale? - permanente delle donne democratiche".


REGNO DI CAZLAND-MANIA: GIANPAR CHIAMA MAX!
DALLA SAGA ARTURIANA ALLE SEGHE MENTALI DI MATRICE UFOLOGICA
ESCLUSIVO! Riceviamo e giriamo l'invito ufficiale di sir Gianpar Parsifal a sir Mad Max Lancillotto a frequentare (senza "affiliazione", ma con rito d'iniziazione) il noto cenacolo freak del venerdì notte. Masochismo?

null

"Coi poteri conferitomi dal consesso dei Cavalieri della Tavola Bislacca, incaricato con bacchetta personalmente dal mago Ronnie-Merlino, visto il di lui temporaneo diniego, noi, Parsifal Gianpar in testa e lancia in resta, caldeggiamo vivamente la presenza, un venerdì a venire e non a levare, di sir Mad Max Lancillotto al Regno di Aztlan, la nuova Atlantide reggiana dei saperi, l'ultima Camelot dei sapori.
I riti di iniziazione alla convivialità colta e disinteressata che colà vengono praticati al crepuscolo permettono infatti alle sempre più sparute menti pensanti locali di perseguire al contempo i nobili fini dello scambio sapienziale e del piacere palatale. All'assente nobiltà di Lancillotto Panarari, che adduce da par suo, lancia in resta e fionda in frasca, motivi ostativi di qualsivoglia razionalismo e cartesiano impedimento, rammentiamo, con l'ausilio dei recenti affiliati Fedeli d'Amore sir Simo Russo Bars, sir Pier Galahad Salvarani e sir Alle Tristano Bettelli, che solo dalle tenebre è la luce; nei secoli infatti dello scientismo e dell'illuminismo, della ragione dunque ufficialmente più pura, per restare nei soli anfratti (di Dioniso) scolastici, propriò dove il nostro si colloca e indica il suo intellettuale genetliaco, l'umana stirpe ha prodotto, nel bene e nel male, massoneria, spiritismo e romanzo gotico, poco o punto inerenti i secoli dei Lumi, ma anche sua strettissima figliolanza. La reazione infatti all'assenza di orizzonti fantastici e misteriosi produce spesso superstizioni oscure e pregiudizi laicisti, non meno irrazionali dell'arretratezza che si vuol debellare a suon di Excalibur e Durlindane.
Extrema ratio alla nostra quasi religiosa preghiera, ravviviamo al nobile Lancillotto Panarari uno dei più attuali lasciti voltairiani: "Si stimino in vita solo la libertà e gli amici". Ebbene, al Regno si è liberi e si innaffia di birra l'amicizia. Rientra anche tu ordunque, senza snobismo, nobile Lancillotto Panarari del Lago, nel ciclo arturiano e noi, Cavalieri della Tavola Bislacca (così come di recente potrebbe testimoniare il nuovo adepto sir Emiliano Lionel il Valoroso) ti promettiamo il tuo Santo Graal". (Gianfranco Parmiggiani)


null
null
null
null
null
null
-> Sabato 20, hotel Astoria: Pdl, Gasparri lancia Pagliani alle Regionali
Category: General
Posted by: editor
null (Satira politica)
ULTIM'ORA
->Bersani dal palco dell'Ariston: "La nostra canzone meritava di vincere"
->FESTIVAL DI SANREMO, "NATALIA AMORE MIO" TRA LE PRIME TRE!



"Natalia amore mio" (di Bersani-Delrio-Catellani-Valmont-Mogol)

(Pupo-Delrio)
Io credo nel Paguro (0), in Gandhi e in La Pira (1)
nel sentimento che ci unisce, intorno alla famiglia (2).
Credo nelle coalizioni, in un Pd che non si arrende
e soffro le preoccupazioni, di chi sa che se mi gira....

(E. Filiberto-Catellani)
Io credo nella mia cultura, nella Fotografia (3)
per cui non ho paura, di salir su un Sicomoro (4).
Lo sento battere più forte, il cuore di una giunta unita
che oggi più serenamente, si specchia in tutta la mia vita.

(Canonici-Montanari)
Sì, stasera sono qui, per dire al mondo e a Dio
Natalia amore mio.
No, non mi stancherò, di dire a voi e a Delrio...
Natalia è lei il mio Dio.

(E. Filiberto-Catellani)
Ricordo che bambino, andavo già a Berlino (5)
chiudevo gli occhi e immaginavo, un futuro da ermellino (6).

(Pupo-Delrio)
Tu non dovevi rinunciare, pur c'entrando poco o niente
ma chi si può paragonare, a chi ha due lauree veramente (7).
E grazie ancora per la scelta, di esser qui vicino a me
a occuparti di Officina (8), sei quasi meglio della Gina (9).

(Canonici-Montanari)
Sì, stasera sono qui, per dire al mondo e a Dio
Natalia amore mio.
No, non mi stancherò, di dire a voi e a Delrio...
Natalia è Padre Pio.

(Pupo-Delrio)
Io credo ancora nel progetto, di tempi e orari da manuale,
nel sogno chiuso in un cassetto, di una Reggio più normale.
Io non mi curo di bar sport, né di battute poco fini
pensiamo a cose un po' più serie, lasciamo perder Piccinini.

(E. Filiberto-Catellani)
Sì, io ora sono qui, per dire a Edmondo (10) anch'io
che su questo non ci piove, la cultura sono io.
No, non mi stancherò, della Tobagi e del Mulino (11)
lo dico a voi e al mio Io, che i tagli sì sono un casino...

...ma non mi fermerò, e alzo in alto il mio ditino (12)
perché se serve alla città, andrò da tutti col piattino.

(Canonici-Montanari)
Sì, stasera sono qui, per dire al mondo intero
vuoi col clero o senza clero (13)
che siamo meglio di quel Viero (14).
No, non mi stancherò, di urlare ai quattro venti
che i nostri voti sono tanti
e gli altri son perdenti...

(Repeat)
Sì, stasera siamo qui, a occuparci di elezioni
viva l'Italia amore mio.
No, non mi stancherò, di uscire dall'oblìo
o con Alessio (15) o con Delrio...
Natalia amore mio.


WIKIZAR. 0) Caffé letterario animato da Eliselle; 1) Grande sindaco di Firenze e servo di Dio, compianto e rimpianto come Dossetti e Lazzati: Delrio ha iniziato l'attività socio-politica in un'associazione a lui intitolata; 2) In senso stretto (9 figli) e in senso allargato (11 assessori); 3) Fotografia Europea, evento clou della cultura reggiana; 4) Vecchio periodico del cattolicesimo democratico locale: in redazione anche Catellani; 5) Patria ispiratrice e ideale di Giovanni e Mimmo; 6) Magistrato togato; 7) Giurisprudenza e Filosofia; 8) Officina delle Arti, struttura decentrata; 9) L'ex assessore Pedroni; 10) Berselli: editorialista, scrittore ed ex direttore (fino al 2008 e per sei anni) della rivista Il Mulino; 11) Think tank bolognese, area prodiana; 12) Dito indice; 13) Soli deo gloria e Rorate coeli: tradizione e contaminazioni nelle chiese; 14) Esoso manager per fusioni colossali; 15) Mammi, sindaco di Scandiano.
Category: General
Posted by: editor
nullnullnullnullnullnullnullnullnull
L'anglosassone Natalia ci ammonisce e manda a dire: "La classe non
è acqua: convivo fin dall'infanzia con un doverismo di stampo sabaudo"
E il Cazzeggiator Cortese: "Un fuoriclasse vive di acqua corrente: fin
dall'infanzia convivo con una coazione a ripetere di stampo umoristico"


null
Se l'impianto caricaturale Le è parso irriguardoso, chiediamo venia: da parte nostra nessun dubbio circa il Suo corposo ed esemplare curriculum

NON riceviamo ma pubblichiamo ugualmente (per lealtà... e per paura!)
nullnull
Sperando di non fare la fine - metaforica - di Pikachu (Pokemon-ey)...

"Invito il simpatico blogger Ciro Piccinini a dotarsi di maggiori informazioni perchè a volte capita che la tracotanza generi "nemesi" (conto sulla cultura classica del blogger per decifrare il concetto).
L'incarico conferitomi nel 2009, che doveva scadere al massimo al 30 giugno 2009, aveva ad oggetto una serie di obbligazioni adempiute entro il 30 aprile. Il Piano tempi e orari è infatti una pubblicazione a stampa, diffusa insieme alla ricerca che contiene gli elaborati dei questionari sulla conciliazione dei tempi di vita e lavoro, nel convegno del 20 maggio 2009 e, come si sa, la stampa non si realizza in due giorni! Poi sottointendere che non si sia fedelmente adempiuta una obbligazione derivante da un contratto, significa mettere in dubbio la buona fede del contraente (nella fattispecie la sottoscritta) e la cosa puo' diventare antipatica... la calunnia è un venticello!
Suggerisco ancora al simpatico Piccinini di consultare il mio curriculum che dovrebbe essere reperibile come allegato alle 2 gazzette ufficiali in cui sono stati pubblicati i decreti della mia nomina a consigliera di parità, ma anche di verificare con una semplice ricerca su Internet la mia formazione e la competenza in materia di diritto antidiscriminatorio, pari opportunità e politiche di conciliazione.
Mala tempora currunt! E' vero, risulta più facile dipingere un orizzonte crepuscolare della politica dove tutti i gatti sono bigi; è piu' facile insinuare dunque che la qualifica di moglie del socio di un assessore sia il requisito che serve per collaborare con l'amministrazione piuttosto che basarsi sui fatti, quando parlano così chiaro!
Come dice Sartre "siamo ciò che facciamo", sono concorde e dunque invito quelli che non hanno ancora capito cosa faccio a fare uno stage in assessorato, l'essenziale è presentarsi alle 8,15 del mattino (a quell'ora si comincia), essere inclini a convivere con un sano doverismo di stampo sabaudo che è quello che mi accompagna sin dall'infanzia e poi.... vediamo la resistenza!
Ah dimenticavo... la classe non è acqua! Se un collega assessore è designato dal Sindaco a sostituire l'assessore al Bilancio, come è accaduto nel caso di Gandolfi alla Circoscrizione Ovest, per me è giusto lasciare che adempia il mandato ricevuto, è giusto accomodarsi tra il pubblico come residente della Circoscrizione Ovest, quale io sono, e cambiare poi collocazione quando mi viene richiesto di assumere la veste di assessore al decentramento e di rispondere alle domande dei cittadini e cittadine. Mi rendo conto che il comportamento è anglossassone, forse piace di più lo strafottente narcisismo a cui ci ha abituato la politica italiana degna della Roma del basso impero. Spiacente, non mi adeguerò mai. Quanto alla nomina in giunta suggerisco di andare a ripassare il numero delle preferenze che ho ricevuto in città. La politica non è soprattutto rappresentatività?".
(Natalia Maramotti, assessore del comune di Reggio, Reggio24ore)

null Illustre assessore,
innanzitutto grazie dell'appellativo: "simpatico"... cerco di esserlo con tutti (destra, sinistra, centro... belli e brutti... che conoscono il latino o che si sono fermati alla terza media: per me pari sono, giuro, e se mi conoscesse davvero ne converrebbe, senza ironie). E poi La prego di credermi, io che non sono così coraggioso o chennesò, così ricco (interiormente ed economicamente) da aspirare al martirio, men che meno da sperare di essere immolato sull'altare della "branca giudiziaria" della politica locale... no, non sono la Chillo dell'Informazione, ma neppure - più recentemente - il Ghiggio del Giornale di Reggio: semplicemente sono un nessuno che gioca con coloro che sono qualcuno, così come i buffoni di corte o più tardi i burladores si divertivano (accettati, richiesti e financo mantenuti) a scherzare sulle vere o presunte nudità del re o sui tic del potente di turno.
*
Prendo comunque atto che il "precipitato" satirico di Zarathustra, peraltro esplicitato con ben due indicazioni "di genere", sopra e dentro la caricatura in oggetto (ovvero: "satira politica" e "satira", senza contare che addirittura dentro la testata di Reggio - Reggio Ridens, che è anche e soprattutto ludens - appare la dicitura "satira di costume", così come, tanto per essere ossessivi, fa bella mostra di sé in epigrafe alla maggior parte delle centinaia di creazioni-blob e foto-vignette postate in questi 5 - cinque - anni di attività web ferrata e serrata), non le è andato tanto a genio.
E già questo basti, senza voler entrare in maniera esegetica nel merito del contenuto e della forma della mia innocente (a meno che si imbastica un processo preventivo alle intenzioni) incursione e della Sua precisazione, a far sì che Le ponga (porga) le mie sincere e altrettanto disinteressate scuse qualora - come pare - il tono e/o il contesto di detta satira Le sia o le fosse parso a tal punto irriverente da sfiorare l'irriguardoso se non addirittura il vagamente offensivo.
Insomma, come vede non sono così "narcisista" (uso un concetto Suo, piazzato sapientemente o no nella sua appassionata nota) come tanti colleghi: non avendo nemici a priori o conti da regolare, e nemmeno battaglie personali da condurre, e neppure obiettivi politici da perseguire (se non il riso liberatorio o il cazzeggio terapeutico o lo stupore visivo-visionario - eminentemente emozionale - in sé e per sé), non ho alcun problema ad accettare senza se e senza ma le sue ragioni-rampogne, che ritengo altresì autentiche.
*
Detto ciò, voglio essere chiaro e sbrogliare il campo (conta-minato) da forzature assertivo-interpretative che mi sono estranee sia in potenza sia in atto e che, se tanto mi dà tanto, sono sue e solo sue o al massimo di chiunque volesse strumentalizzare la sua reazione per saldare "post hoc ergo propter hoc" conti peraltro inesistenti.
Ovvero: nessuno dubita né mai ha dubitato e nemmeno dubiterà, almeno da queste parti, di ciò che lei fa e che scrive. Non ho alcun elemento per dubitarne; inoltre, in secondo e terzo luogo, ad oggi non dispongo (nella mia faretra di "tracotanza") di dardi così avvelenati e/o avventati quali la presunzione di potermi permettere di farlo o, last but not least, l'arroganza di credere di essere in possesso della necessaria competenza per (eventualmente) farlo.
Mi creda: parafrasando De Mello, mi sento più pollo che aquila, ok... ma non fino a questo punto.
La mia, infatti, è stata niente più e niente meno che la segnalazione di un fatto pubblico, ovvero di un dato (in estratto, ma non in astratto... che non mi sembra venga smentito, almeno nell'aspetto sintetico-icastico, cioè di una notiziabilità didascalico-riassuntiva... anche perché non ho visionato altri materiali o allegati o riferimenti da citare), accompagnato da un link a un sito che parla di lei (sono dati vecchi o aggiornati? boh: mi pare, comunque, che anche questo rimando non venga rettificato - nemmeno citato - nella sua nota di cui sopra, che prendo per buona: a meno che, ovvio, non si sia di fronte a un caso di omonimia o a un "furto" di identità) e, se proprio vogliamo spaccare il pelo, da una battuta di quelle che, "al di là del bene e del male" (non a caso sono il Nietzsche di Zarathustra) faccio da 17 anni - diciassette - a questa parte.
*
Le vignette, si sa, possono fare ridere o lasciare differenti (anch'io ho i miei limiti, e li riconosco: nessuno è perfetto, neppure io che mi sento il più grande "filosofo umorista" della storia reggiana, almeno dalla caduta del muro di Berlino in poi... a proposito: specifico che questa mia ultima affermazione è ascrivibile a un'altra qualità che spudoratamente mi sento di attribuirmi e che, lo dico sottovoce, dovrebbe far parte del bagaglio culturale e professionale di ogni pubblico amministratore: l'autoironia)...
Dicevo: le vignette (cioè caricature, calembours, parodie, pastiches, paradossi...) possono anche uscire fuori senza buco, come le proverbiali ciambelle, tuttavia l'essere costretti a dover giustificare una mera battuta (già: sarebbe un po' come spiegare una barzelletta a qualcuno che non l'ha capita al volo per ragioni di palese distrazione o di scarso comprendonio - nella mia lunga carriera di "giullare" a volte mi è capitato - o che magari non vuole intenderla come tale per ragioni di eccessiva personalizzazione dell'effetto scaturitone, cioè per una sorta di permalosità riferibile a un non meglio precisato peccato di lesa maestà)... ecco, ri-dicevo: l'essere costretti, qui, a cospargerci il capo di cenere per una battuta (la battuta di un povero blogger che frequenta Karl Kraus e Zelig e non le gazzette ufficiali né le riunioni di giunta), sotto la malcelata e un tantino inelegante minaccia di una fattispecie di "ritorsione" ad personam, non dovrebbe accadere nemmeno al più influente degli umoristi umorali di Peggio Emilia (chiedo venia per l'ennesimo divertissement - stavolta un cambio d'iniziale - ma è più forte di me, di noi, di tutti e di tutto)...
*
Altrimenti... altrimenti... altrimenti saremmo di fronte - mi conceda l'ultima battuta - al primo e concreto segnale di una tendenza liberticida (questa sì da "mala tempora currunt": non ho fatto il liceo classico, ma fino a qui - con l'aiuto di Wikipedia - ci arrivo) che ci farebbe confinare ex abrupto (obtorto collo!), forse non geograficamente ma di sicuro metodologicamente, con l'Iran o la Cina e non, invece, come sarebbe auspicabile in un contesto che voglia mantenersi civilmente democratico, con quella patria di amabili e "simpatici" cazzoni quale è l'Emilia Ridens cui mi onoro di appartenere, almeno da Guareschi e Zavattini in poi (ma con declinazioni ancora più naive), o quale è l'Italia crash e trash che dal Male (e passando per Cuore) è arrivata a Dagospia, che La invito a cliccare... affinché si renda conto che sì, più si scende verso Roma più i colori e i calori salgono (cioè scendono: basso impero, mica alto) di tono e lessico, altro che quel glossatore un po' castrato (ma "simpatico") di Ciro Piccinini! ;-)
Appunto: con stima e affetto, il "simpatico Ciro Piccinini" nelle vesti (allegoriche, carnevalesche: il siparietto che mi rinfaccia è infatti stato inserito il giorno di "giovedì grasso") dell'antipatico Zarathustra.

Category: General
Posted by: editor

-> 100 aziende con il meglio di elettronica, telefonia, componentistica
null
null.null
Ingresso € 7,50 - ridotto € 5,00 (gratis fino a 12 anni) La mostra rimarrà aperta sabato 20 dalle 9 alle 18.30 e domenica 21 dalle 9 alle 18
-
L’evento è una delle proposte più seguite del cartellone fieristico scandianese, con migliaia di visitatori che due volte all’anno giungono nella città dei Boiardo per scoprire tutte le novità di un settore in costante evoluzione. L’esposizione aprirà i battenti sabato 20 febbraio, per quella che è la sua 31esima edizione e resterà a disposizione del pubblico anche nella giornata di domenica 21 febbraio.
In un’area espositiva coperta di 4.200 mq sarà dunque possibile vedere, acquistare e scambiare materiale elettronico, elettrico e di telefonia. In particolare la mostra scandianese è un appuntamento dove trovare ogni componente e ogni accessorio inerente al mondo dei computer, del satellitare, delle schede di memoria, delle valvole e dei circuiti. Non mancheranno poi stands riguardanti antenne, radio antiche e CB. Il tutto per un totale di oltre 90 espositori. Pezzi spesso introvabili perché oramai fuori mercato si possono trovare a Scandiano durante la Mostra regionale dell’Elettronica. La mostra-mercato scandianese rappresenta un’occasione per tutti gli appassionati che potranno cercare materiale professionale ed amatoriale oltre che visitare stands all’avanguardia. Il settore dell’elettronica è infatti in continua e rapida evoluzione e appuntamenti come questo rappresentano importanti momenti di aggiornamento. Per i non addetti ai lavori visitare questa manifestazione è invece come entrare all’interno dei circuiti di un computer, dove in ogni spazio esiste la possibilità di scoprire apparecchiature sconosciute. La manifestazione ospiterà anche il mercatino delle pulci radioamatoriali, un’iniziativa collaterale che da alcuni anni è presente all’interno della Mostra e che riscuote grande interesse tra gli addetti ai lavori ma ancor di più tra il pubblico comune. Nel mercatino sarà possibile barattare materiali elettrici d’ogni tipo, testi e riviste di settore e radio d’epoca. La mostra rimarrà aperta sabato 20 dalle 9 alle 18.30 e domenica 21 dalle 9 alle 18. Il prezzo del biglietto è 7,50 euro intero e 5 euro ridotto. Fino a 12 anni l’ingresso è gratuito.


null (Satira politica)
GIOVANE ENERGIA INSOSTENIBILE: ANCHE IL 5° ELEMENTO CHIEDE VOTI
->SUE LE SOPRACCIGLIE PIU' CURATE DELLA CAMPAGNA ELETTORALE!
Ad oggi il giovane assessore è il candidato più nuovo del centrosinistra


null
TUTINOTROMBINO? Un abbronzato Mirko (candidato Pd alle Regionali) se la ride di gusto con un'irlandese (pare) conosciuta in Marocco (da FB)

(*)

Francia: la Biblioteca Nazionale Mitterand acquista i documenti originali (manoscritti) del grande libertino, tra cui «La storia della mia vita»...
null (Satira di costume)
E a Reggio i Musei Cinici (su indicazione della dirigente Farioli e nonostante i tagli alla cultura) acquistano i diritti editoriali per l'imminente autobiografia d'un noto giornalista sportivo
Titolo provvisorio: "Altri Gibertini" o "Poke (ma) belle"


null.null
WIKIZAR. 30 anni fa (1980) usciva "Altri libertini", romanzo d'esordio del compianto correggesse Pier Vittorio Tondelli ('55-'91). Il contenuto sicuramente “forte” gli valse le attenzioni delle autorità giudiziarie, che appena tre settimane dopo l’uscita ne ordinarono il sequestro "per bestemmie" (al processo che seguirà, tuttavia, sia l’autore sia l’editore verranno scagionati con formula piena).

->CONFERMATO IL BINOMIO CALCIATORI-VELINE (...ESTESO AI MISTER)
null
null INTANTO IL QUOTIDIANO FRANCESE "LE FIGA-RO" PAPARAZZA UN ALTRO GIORNALISTA SPORTIVO REGGIANO AMANTE DELLA BELLA VITA (ALIAS "CHIERICO VAGANTE"), PIZZICATO CON TRE AVVENENTI RAGAZZE A BORDO DI UNO YATCH NEL PECCAMINOSO MARE SARDO!

Negli ultimi 50 anni le più famose biblioteche del mondo e i collezionisti più audaci hanno tentato in tutti i modi di acquistarle. Alla fine, come racconta il quotidiano francese “Le Figaro”, dopo una lunga e silenziosa trattativa, la Biblioteca Nazionale di Francia l'ha spuntata ed è riuscita a comprare i manoscritti originali de «La storia della mia vita» di Giacomo Casanova. Assieme alla celebre biografia del libertino veneziano la biblioteca francese, supportata dal governo, si è assicurata anche altri documenti: in tutto sono 3.700 pagine scritte da Casanova tra il 1779 e il 1783 e il grande colpo viene celebrato in pompa magna nella sede del Ministero della Cultura francese, con la firma del ministro Frédéric Mitterand sull'atto d'acquisto dei manoscritti... (CONTINUA DENTRO...)

null

Domani, sabato 20, il Presidente dei senatori Pdl Maurizio Gasparri sarà a Reggio all'hotel Mercure Astoria (ore 15.30) per sostenere la campagna elettorale regionale di Giuseppe Pagliani.

» Read More

Category: General
Posted by: editor
null (Satira politica)
UCCI UCCI SENTO ODOR D'INCARICUCCI!
->Comune di Reggio: un incarico professionale non si nega a nessuno
*Consulenza anche alla Maramotti: 16.500 euro per 2-3 mesi

null
"PIANIFICAZIONE STRATEGICA" (la chiamano così, ndr): ALL'OGGI
ASSESSORE ALLA "CURA DELLA COMUNITA' CON DELEGA
AL DECENTRAMENTO AMMINISTRATIVO, AL COMMERCIO, ALLE
PARI OPPORTUNITA' E ALLA CONCILIAZIONE DEI TEMPI DI VITA"
('capperi!, ndr), NATALIA (ma forse è un caso di omonimia, ndr),
L'AMMINISTRAZIONE PUBBLICA HA AFFIDATO, NEL PERIODO
DELLA CAMPAGNA ELETTORALE, "LA REALIZZAZIONE E VERSIONE
DEFINITIVA DEL PIANO TEMPI E ORARI (APRILE-GIUGNO 2009)".
PER LA CRONACA: LA CANDIDATA PD AL PARLAMENTO EUROPEO,
SVANITO IL SEGGIO DI BRUXELLES, E' STATA PROMOSSA IN GIUNTA.
L'AVV. MARAMOTTI, POI, FIGURA ANCORA OGGI - SUL WEB - COME
COLLABORATRICE DELLO STUDIO LEGALE DI UN ALTRO ASSESSORE
DELLA GIUNTA COMUNALE REGGIANA, GIO' CATELLANI (GUARDA)

null
Martedì grasso, al carnevale del Corallo: il sindaco Mammi ci è o ci fa?
A destra, un altro componente della giunta scandianese, tale Nasciuti...

null
Successo dell'iniziativa “Differenziamoci! Perché l'amore fa sempre la differenza”, iniziativa di raccolta differenziata delle bombolette spray (quelle della schiuma e delle stelle filanti), carta e plastica, promossa dall'Associazione Meetup Città Insieme, domenica scorsa al Carnevale di Scandiano. Sono state raccolte 877 bombolette, per un totale di 50 kg; 445 tappi di plastica, per un totale di 5 kg, e 3,5 kg di carta. I ragazzi del Meetup hanno allestito in Piazza Spallanzani un banchetto (punto di raccolta) con volantini, caramelle, palloncini e disegni da regalare a ogni bambino (o persona) che portava la sua bomboletta vuota; ma sono stati fatti anche vari “giri di ricognizione” per le strade del paese.

null
A 'GLANDE' RICHIESTA /Le prime tre classificate di "Miss Nerazzurra"

Stasera alle 18.30 c'è la prima conferenza del ciclo annuale di incontri al Circolo del Casino di Reggio: il relatore sarà l'arch. Francesco Lenzini e il tema "Gli affreschi di Lelio Orsi a Santa Maria di Castello Querciola".

Stasera, alle 20.45 al teatro De André di Casalgrande, c'è l'incontro "Lavoro ed Economia, una Regione che costruisce futuro" (un'iniziativa pubblica con la presenza del governatore Vasco Errani.

null
Altro venerdì al "Regno di Cazland": nuovi adepti Lor., Emilf e Mad Max

null
Italia dei Valori (Bollati) - 2 La bella telegiornalista di Teletricolore Federica da ieri è a Modena, la sua città. Si tratta di turn-over interno all'azienda, ancorché non definitivo, resosi necessario dal fatto che le due addette al Tg della redazione modenese (gruppo E'tv) sarebbero una in maternità e l'altra sulla via della meritata pensione. Lacrime e proteste di colleghi e telespettatori: insomma, tutti sperano che la "figliola prodiga" torni presto nella nostra provincia; se non altro per non disattendere il dato, ormai acclarato, che più che una "città delle persone" (come recita lo slogan voluto dalla dirigente comunale Cotoletta Levi), Reggio nell'immaginario nazionale si sta sempre di più affermando nel ruolo di piccola capitale della gnocca. Sopra, la Galli modera un incontro con l'europarlamentare dell'Idv De Magistris (altro autore 'pulp' alibertiano). Il padre di Federica, poi, politico di spicco dell'Idv, è nientemeno che il vice-presidente della provincia di Modena.

null
Belle telegiornaliste bis Fuori Orario, Taneto, ieri sera: l'inviata di Telereggio, Manu Catellani, intervista Patty D'Addario sul rapporto letto-potere. Apprensione per il microfono (in gergo "gelato"), agitato pericolosamente - provocatoriamente?, evocativamente? - davanti alla escort. Anche il libro dell'icona antiberluscona è del travagliato Aliberti.

null
Un bizzarro ma bel manifesto elettorale affisso lungo le strade italiane...

null

* Ieri All'Arco la presentazione-performance di un inedito Alberto Fortis
Politici dell'Italia dei Trattori (vedi Di Pietro) alle prese con la letteratura
nullnull
LIVE / L'artista 55enne ha salutato Reggio (e FangaReggio) regalando
al pubblico un'appassionata esecuzione (piano e voce) di "Settembre"

nullnull
"Fortis al piano è meglio di Allevi... e anzi somiglia un po' a Sakamoto"
null
OMAGGIO. "Innovatore e attratto dalle tinte più viscerali e spirituali della musica, Alberto ama riassumere le sue scelte artistiche con i versi di Osho: 'L’arte è come un fiore che nasce sul bordo della strada senza chiedere niente a nessuno, ma sempre pronto a farsi cogliere da chi lo sa riconoscere'...". (Dal sito ufficiale di Alberto Pianofortis)

null
A omaggiare 'Aliberto' Fortis anche una sua fan d'annata (con l'apostrofo tra la d e la a, sia chiaro), vale a dire la vicesindaca Barbati (IdV), che ha scambiato quattro chiacchiere (anche) con la direttora di Reggionelweb, trovatasi ad assistere all'evento condotto dal direttore di Reggio24Ore. Presenti in sala anche alcuni addetti della Fondazione 'Mondadori', che hanno motivato la loro presenza così: "Visto il successo della ristampa anal-statica, raccolta in un volume, del periodico combattentistico 'La Panna' (nel senso che in tempo di guerra "montava" polemiche virulente con i comunisti), edito da Dialisis e finanziato dalla stessa Manodori, sono qui per proporre all'altro esimio editore reggiano, Aliberto, un'operazione culturale simile, e cioè la pubblicazione (ancora una volta rigorosamente anal-statica) della raccolta dei primi tre anni del pregevole magazine combattentistico-industriale Visitor, pardon, Virus, pardon, Fusion, pardon, "Vision", cui il mio presidente Gianni Bella, pardon, Gianni Borghi tiene, o meglio, terrebbe molto...".

null
POST-FORTISMO. Il consigliere Idv Riva (ex Pdci, il partito di Diliberto Fortis) sotto l'acqua senza ombrello: "Sto cercando di spegnere gli ardori, di raffreddare i bollori...". Non solo Fortis: seduto in sala, in ossequio alla par condicio, anche Marco Debolis (Pdl).

null
ALTE TEMPERATURE. Presenti anche due sue amiche (di Riva) in forza all'Idv, Riccò e Bajon, però in borghese e disarmate, cioè prive delle loro micidiali armi di 'distrazione' di massa...
La prima, a fine serata, si è congratulata col cantante in questi termini: "Complimenti, sei un artista a tutto tondo". E lui, fissando lo sguardo in zona decolleté: "Beh, secondo me anche tu non scherzi...".


null
DAL POP ALLE POPPE (e viceversa). Un'altra bionda e un'altra mora, invece, mostrano generosamente le loro testate nucleari. Ad ascoltare l'autore-musicista anche gli alibertiani Miriam Zanetti e Sandro Di Nuzzo, quindi un nutrito gineceo di collaboratrici "a-libertine", il braccio d'estro dell'assessore Corradini Scillitani e l'ex Api-cultore Str-Azio Sexi, che sempre per l'editore Aliberto (Fortis), già socio di Reggio24Ore, sta per dare alle stampe un (pesante) volume sullo stato dell'industria della musica (leggera) in Italia. Il cantautore di "Vincenzo (Cavallarin) io ti ammazzerò" ha poi rivolto un caloroso arrivederci alla Barbati: "Grazie per essere venuta...". E lei, sulla difensiva: "In che senso!?...". Dell'Arci, in sala, c'era invece Alberto Bigis.

null
Molto in auge negli anni ottanta, Fortis ("AL. Che fine ha fatto Yude?", Aliberti) ha conosciuto - almeno in Italia - un certo periodo di oblìo, tornando però alla ribalta nel 2006 con la partecipazione alla terza edizione del reality show "Music Farm", condotto da Simona Ventura.

null.null
In attesa che Yude si faccia vivo/a noi abbiamo rintracciato Jude (Law)

Category: General
Posted by: editor
20 ragazze in gara, perlopiù nostrane... ma la giuria incorona le "cugine"
->PER GLI INTERISTI LE REGGIANE SONO MENO BELLE DELLE MODENESI!
Atroce dubbio: sicuri che i calciatori in pensione s'intendano di gnocca?
null
Cecilia Montorro, 19 anni, è la nuova Miss Stella Nerazzurra 2010. E' stata proclamata vincitrice, lunedì sera, da una giuria presieduta da Evaristo Beccalossi, autentica icona dell'Inter. Al 2° posto si è classificata Greta Chiessi, studentessa 18enne di Corlo (Mo), che si è aggiudicata la fascia di "Miss Alleanza” (Alleanza-Toro era il main sponsor della gara-sfilata); terza, infine, la reggiana Rossella Mattioli, universitaria di 19 anni, a cui è andato il titolo di “Miss Habanero”.

null
Lunedì 15, Habanero: elezione Miss Nerazzurra (Inter, calcio e bellezza)
(Ph. Enrico, Fotostudio 13)

OGGI E' MARTEDI' GRASSO: DIVERTITEVI E... ARRIVEDERCI A VENERDI' 19
AGENDA ZAR. Stasera: al "Paguro" a sentire Varesi e il suo commissario Soneri o al Valli a sentire la Gutman al violoncello che suona Bach? Domani: Alberto Fortis All'Arco (suonerà anche il pianoforte su cui ci "alleniamo") o la D'Addario al Fuori Orario? Ancora: essere o non essere?

I BLOGGER DEL SETTECENTO CALUNNIAVANO IL RE DI FRANCIA (Leggi)
null
La Gelateria 90 festeggia 20 anni subentrando all'Amarena a Scandiano

1) Mad Max Panarari, mentre su Facebook cita un aforisma tennistico del Baricco di "Barnum" (Feltrinelli), venerdì pomeriggio, alla libreria 'Mel Brooks' Store di Bologna, ha moderato la presentazione del volume "Perdere e ritrovare il territorio. Il caso Emilia Romagna e oltre" (co-autore Giulio Santagathachristie, ed. PenDragonball... ieri sera, invece, era impegnato nei Lunedì del Mulino Bianco). A proposito, in codice: il motivo della sigla del film "Il Concerto" è l'Andante del Concerto per pianoforte n. 21 K467 di Mozart.

2) Dite al Gianpar vaga-mondo (si è iscritto alla maratona di Edimburgo, prevista a fine maggio) che la palestra Eden organizza un weekend sulla neve a Moena (20 e 21 febbraio, con cena in rifugio) e che per prenotare bisogna telefonare a Lilly... oppure al Vagabondo.

3) Bet-man (al secolo Alle Aztlan) ha inviato un messaggio al segretario cittadino Udc Luca "Pinguini", noto fisioterapista, chiedendogli lumi sulla lombosciatalgia. Per i massaggi, invece, chiederà una dritta e un numero di telefono a BertoLasonil.

4) Pier Pansa, che combatte contro le "porte girevoli" proprio come don Chisciotte lottava contro i mulini a vento, ha molto apprezzato il calembour su "El Nino de Oro". Applausi, pare, anche dalla devota Mani-scaltro. Notevole, infine, lo scoop sulla "soap" opera della saponista Cianciulli (GdR, sabato), che lo vede competere idealmente col fu Pascoli circa una più moderna definizione di "poetica del cianciullino".

5) Cresce l'attesa per i manifesti 70x100 del Barbieri di Siviglia, mentre trapelano indiscrezioni sul look scelto: capelli biondi, piercing al naso, canotta della salute, sigaro in bocca e sorrisetto da Signora Coriandoli (Bersani).

6) Per pubblicare il pregevole primo volume del 'mest-seller' "Storia del socialismo reggiano" (13.460 pagine, 100mila copie la prima tiratura, edizione Duegatti... Tre(c)cani - di lettori - sarebbe un successo insperato...) sono stati disboscati due ettari di foresta amazzonica. Per reggere e sfogliare il manufatto dell'assessore allo Sport, poi, sono necessarie tre persone, senza ernia al disco e possibilmente buttafuori.

7) C'è chi sostiene, per via di quelle espressioni un po' così sfoggiate sui poster delle regionali, che i candidati Salsi&Merengue, Claudia Mori e Dèi Pagani somiglino vagamente ai mitici Gormiti, idoli dei giovanissimi. Desta infine preoccupazione, nell'ambiente, la notizia del ritiro dal mercato delle figurine gelatinose Skifidol...

8) A proposito di mani-fasti elettorali: per la scelta degli slogan, pare che i candidati si siano ispirati al film "Paraculal activity". Tranne l'udicino Zobbi (anche detto 'lo Zobbi di Notre Duom'), che ha preferito attingere idee dalla trama di un'altra recentissima pellicola... "Lourdes".

9) Se Cristo si è fermato a Eboli, Giuda si spingerà fino a Filippi? I soliti annunci, i soliti proclami elettorali "furbi et orbi": già, sicuri che non sia solo un fuoco di Paglia(ni)?

10) Domenica, nei locali della Biblioteca delle (m)Arti(ri), c'era Benedetta Topa-gi, figlia del grande e compianto Walter Buran... pardon, Tobagi, giornalista del Corriere ucciso da un commando terrorista nell'80 (ha moderato la serata la brava e fascinosa Di Antonio). L'incontro è stato organizzato nell'ambito della rassegnata rassegna “Anni Settanta, la memoria dei figli”, descritto come nuovo "progetto di cooperazione culturale promosso dall’assessorato Cultura e Università del Comune di Reggio". Prossimo ospite, per una serata speciale dal titolo "Anni Ottanta, la memoria dei padri", sarà Moshè Lerner, 83 anni, che pare abbia qualcosa d'inedito e d'interessante da raccontare sul suo difficile rapporto con "l'Infedele" figlio Gad (oh my Gad!).

» Read More

Category: General
Posted by: editor
HONORIS PAUSA / Tra poche ore staccheremo lo spinotto per tre giorni
nullnullnull

Presente Mammi, tra i fondatori del Tunnel / Altre bellezze della politica
LECTIO SUI TEMPLARI (guarda!) / PAGLIANI E LA BERNINI (guarda!)

null
Un'immagine che fotografa il paese reale (party romano, dagospia.com)

Riceviamo e pubblichiamo una lunga lettera di Mario Guidetti (socialista), che si è preso la briga - oneri e onori - di fare una ricerca documentale su indennità, rimborsi e altri benefit della casta emiliano-romagnola. Scoprendo suo malgrado che...

null

"UN CONSIGL. REGION. PUO' INCASSARE PIU' DI 12MILA EURO AL MESE"
"Tra indennità, rimborsi, commissioni, missioni e altri benefit"
nullnullnullnullnull

"Caro Direttore,
pacatamente, serenamente, curiosamente mi sono avventurato nel mare magnum della Regione Emilia Romagna che mi è parsa, per struttura, per prelievi fiscali e... indennità, simile, come le altre Regioni, a uno “Stato nello Stato”, un altro "castificio" di "turisti per sempre”.
Come non utilizzare tali definizioni a fronte delle indennità e dei benefit dei “rappresentanti del Popolo”?
Sinteticamente:

- La Giunta è composta da un Presidente, un vice, un Sottosegretario, 12 Assessori (2 consiglieri regionali e 10 esterni)
- L’Assemblea da 50 Consiglieri incluso il Presidente della Giunta
- Un Presidente dell’Assemblea e due vice, due questori
- I Gruppi Assembleari sono 13
- Sei Presidenti di Commissione, 12 vice...
Asetticamente, registro che 40 sono i consiglieri eletti dal popolo, 10 sono quelli “miracolati” nel listino del Presidente, 10 gli Assessori esterni (anche loro “miracolati”).
Economicamente, mensilmente, a ogni incarico corrispondono le indennità:

- Presidente Assemblea: 7.404,09 euro (indennità netta), 2.602,02 euro (rimborsi in relazione alla distanza residenza-Regione), auto blu a noleggio con autista
- Vice Presidente Assemblea: indennità netta 6.550,34 euro, più i rimborsi in relazione alla distanza residenza-Regione (min. 2.679,02 euro e max 6.042,02 euro)
- Presidente Commissione (per le stesse due voci di importi, ossia indennità netta e rimborsi di trasferta, come sotto - ndr): 5.866,24 + min. 2.679,02 e max 6.042,02
- Vice Presidente Commissione: 5.357,93 euro + min. 2.679,02 e max 6.042,02
- Consigliere Segretario: 5.866,24 euro + min. 2.679,02 e max 6.042,02
- Segretario Questore: 5.866,24 euro + min. 2.679,02 e max 6.042,02
- Capigruppo Gruppi Assembleari: 5.866,24 euro + min. 2.679,02 e max 6.042,02
- Consigliere Regionale: 5.011,87 euro (netto) + min. 2.679,02 e max 6.042,02
- Presidente Giunta: 7.404,09 euro + 2.602,02 euro + auto blu a noleggio con autista
- Vice Presidente Giunta: 6.550,34 euro + min. 2.679,02 e max 6.042,02
- Componenti Giunta (Assessori): 6.550,34 + min. 2.679,02 e max 6.042,02

Legislativamente, arrivati a 60 anni, i consiglieri eletti, inclusi i 10 “miracolati”, se non siederanno più sui dorati scranni, diventeranno “turisti per sempre” avendo maturato un vitalizio mensile pari a una congrua percentuale calcolato sull'assegno dell'indennità base (pari al 65% della indennità parlamentare) e in virtù degli anni di anzianità contributiva maturati, ovvero (in anni e in percentuale):

5 (20%), 6 (23%), 7 (26%), 8 (29%), 9 (32%), 10 (35%), 11 (38%), 12 (41%), 13 (44%), 14 (47%) e 15 (50%)

'Indimenticabilmente' non si poteva non riesumare lo Statuto Albertino del 1848, e allora, al termine del mandato, arriva “l’indennità di fine mandato”, corrispondente a una mensilità lorda per ogni anno di mandato esercitato (5 anni, ossia una legislatura = 5 stipendi, e lordi, in un colpo solo).
Volutamente e per sfinimento, tralascio di fare altri calcoli, di parlare di indennità di missione (sui presunti eccessi dei quali malignamente qualcuno sta indagando, si veda ad esempio il caso Delbono&Cinzia), di assicurazione, del personale esterno a disposizione in relazione ai ruoli...
Conclusivamente segnalo che su 50 Consiglieri, solo 14 (fra questi la “solare” reggiana Laura Salsi e il “tenace” Fabio Filippi) percepiscono l’indennità di carica minima.
Il “palmares” degli altri Consiglieri reggiani:
Marco Barbieri: Presidente Commissione Territorio, Ambiente, Mobilità
Gianluca Borghi: Vice Presidente Commissione Attuazione dello Statuto
Gian Luca Rivi: Segretario Questore

Prossimamente si terranno le elezioni regionali. Altro denaro per il rimborso spese elettorali, preceduto “dall’assalto alla diligenza” di chi vuole entrare in lista ma soprattutto di chi “ha dato la disponibilità a essere incluso nel listino del Presidente”(!?). In politica i miracoli avvengono, fra questi il “miracolo-miracolo” di “miss 23+1voti” che, se “rivince” Errani, entrerà in “carrozza” nel Consiglio e appoggerà le proprie terga al minimo su di uno “scranno dorato” da 5.011,87 euro al mese oltre ai rimborsi. Rumors la danno assisa sullo scranno più alto di Presidente dell’Assemblea: euro 7.404,09 al mese, auto blu e i rimborsi. In ogni caso, come tutti gli altri colleghi, sarà poi "turista per sempre”!
Amaramente, penso ai precari, ai cassaintegrati, ai disoccupati, a chi cerca e non trova lavoro, a chi consegna anima e casa alle banche, ai pensionati, ai costi sostenuti dalle famiglie per l’assistenza agli anziani, ai diritti spesso negati alle persone disabili...
Sconsolatamente mi dico: sono i costi della democrazia. Mah!
Nostalgicamente ricordo quando il compenso dei pubblici amministratori veniva integrato dai partiti e rapportato allo stipendio di un operaio specializzato.
Mestamente, un saluto".
(Mario Guidetti, socialista, 12 febbraio)

» Read More

Category: General
Posted by: editor
-> E DOMANI SERA SI ELEGGE "MISS STELLA NERAZZURRA" Clicca qui
null
null (Satira culturale)
* APPUNTAMENTO STORICO-RELIGIOSO DA NON PERDERE AL "TUNNEL"
Presente Pier Ghiggini, interprete di una nuova "poetica del cianciullino"
nullnullnull
CLAMOROSO! GIANPAR L'APROSTATA TRADISCE DON RANZA E TIENE
UNA LECTIO MESTRUALIS SUGLI ERETICI TEMPLARI (OGGI, ORE 18)

Il sacerdote: "Scegliendo l'Arci ha imboccato un Tunnel senza uscita"

null
(Foto di Umberto Pizzi per Dagospia: party al MòMò Republic, Roma)

Dopo la conferenza (non episcopale) ci sarà un buffet offerto dal locale
Sopra, un momento di una recente lectio (trad.: "lecco") del giornalista!

Il don insiste: "Un vero s(c)isma, nemmeno Bertolaso riuscirà a gestirlo"

null

SPIRITUALITA' - 2 / ULTIM'ORA: ATTENTATO TERRORISTICO IN UN LOCALE ALLA MODA, UNA BOMBA FA NOVE MORTI IN INDIA (TRA CUI UN'ITALIANA DI 31 ANNI CHE LAVORAVA NEL CENTRO OSHO ASHRAM DI PUNE, SITUATO A POCHI PASSI DALL'ESPLOSIONE)

null
->Decisamente il film più straordinario di questa stagione (e non solo)

"Salito appena sul podio
un colpo fredda il direttore.
L’orchestra dovrà far senza.
Il pubblico urla d’impazienza.
Così (e sarà di certo un baratro)
comincia il concerto".
("Il conte di Kevenhuller", G. Caproni)

» Read More

Category: General
Posted by: editor
->10 pizzini per San Valentino (E della Sindrome di De Clérambault)
(CLICCA QUI)

null (Satira politica)
I due lavorano a uno 'spartito' di lotta (di Letta) e di governo
Gara canora nazionale, si comincia martedì: sul palco anche i Gemelli Riversi (ovvero Marco e Sonia Masini), che proporranno il brano: "Laura (Salsi) non c'è", canzone scritta apposta per loro dal sassolese Nek



->Sotto, in esclusiva, il testo della loro fantastica e liberatoria canzone
"Si può darla di più" (di Tozzi-Ruggeri-Morandi-Battini)
Dedicata a tutti quelli-quelle che pensano più alla politica che all'amore

(Prima scrofa)
In questa notte di lunedì
perché non trombi
perché sei qui (in consiglio comunale - ndr)
perché non parti
per un week-end
che ti riporti dentro di lei.

(Seconda scrofa)
Cosa ti manca cosa non hai
cos'è che insegui se non me la dai
se il mio mandato finisse qui
forse sarebbe meglio così.

(Inciso)
Ma se afferri un Matteo (Riva? - ndr)
che ti apre la via
e lo porti con te
con il sì di Delrio
ricontando vedrai
quanti votan Pd
perché insieme si può
farlo di più.

(Terza scrofa)
In questa aula persa nel blu (nel senso di "pillolina blu" - ndr)
noi siamo solo dei marinai
un po' astinenti non solo tu
a occuparci di giornate del FAI (Fondo per l'Ambiente Italiano - ndr)

(Quarta scrofa)
Perché quel Guerra, la sagrestìa
non sono scene viste in Tv (Teletricolore - ndr)
tu non puoi dire: "Lascia che sia"
forse dovremmo querelare l'Hatù.

(RITORNELLO)
Si può farlo di più
sentirla sotto di noi
si può usarlo di più
con il senno del poi
come fare non so
non lo sai neanche tu
ma di certo si può
darla di più.


(Ponte)
Perché il tempo va
sulle nostre giunte
rubando i minuti, di un Eternit.
E se parlo con te
e ti chiedo di più
è perché te sono io
..."e voi non siete un cazzo" (cfr. "Il Marchese del Grillo")

(RITORNELLO)
Si può usarla di più
sentirlo dentro di lei
si può osare di più
e andar fuori di noi
copulare non so
ma ti metto all'ingiù
noi di certo si può
farlo di più.

(Repeat)
Si può darla di più
perch'è dentro di noi
chi può dire di lei
se s'intende di Boc (Buoni obbligazionari comunali: cos'avevate capito!?)
come fare non so
c'ho già il coso all'insù
se ti chini lo sai
senti di più.


(*) WIKIZAR / Leandro “Gato” Barbieri è un sassofonista jazz argentino

SANREMO - 2 / LA MASINI PAROLIERA (MOGOL... MOGOL CHI!?)

Sonia "Mastini" lancia la "Biennale del Cazzeggio"

» Read More

Category: General
Posted by: editor
ULTIM'ORA / TACCO E MARTELLO! (Un'altra svolta glamour)
Tutto il (bel)mondo è paese! Fa discutere il nuovo poster elettorale Prc
*Da buon ultimi, anche i trinariciuti duri e puri hanno scoperto la topa!
null.null
TUTTO VERO! Regionali, ecco il "manifesto" del neo-partito comunista

null (Satira politica)

Le stanze del potere locale rivelano un patrimonio sociale da valorizzare
null
Presidente della giuria tecnica il piddino Giulio Fantuzzi ("Io ci sono!")
I suoi vice saranno Angelo Malagoli (Act) e Magdi Cristiano Allam (Udc)

null
*Una romantica ed estiva immagine della splendida fidanzata di Damian

-> TOP TEN (provvisoria e in ordine sparso)
1) Elisa Alloro (Papi-girl già candidata Pdl)
2) Nicole Ferrarini (già candidata in Centro Storico,Pdl)
3) Benedetta Fiorini (vice-presidente Centro Storico, Pdl)
4) Valeria Montanari (consigliere comunale a Reggio E., Pd)
5) Francesca Correggi (assessore a Castelnovo Monti, Pd)
6) Ilaria Guidotti (consigliere comunale a Casalgrande, Pd)
7) C. T. (fidanzata del consigliere comunale Luca Damian, Udc)
8) Francesca Carlotti (consigliere provinciale, Lega Nord)
9) Tania Riccò (responsabile sez. Donne dell'Italia dei Valori)
10) Emanuela Caselli (Presidente Consiglio Comunale Reggio E.)


BELLE, GIOVANI E ANCHE BRAVE: LE RAGAZZE CHE L'ITALIA CI INVIDIA!
null.null
Facebook Generation. Due affascinanti rappresentanti del Pd in "gara"...

null
Una bella, intensa immagine di Francesca Carlotti, in forza alla Lega...

null
Un 'fotonico' scatto artistico della statuaria Alloro, la più conosciuta...
Category: General
Posted by: editor
null (Satira televisiva)

FORZA GNOCCA! "DOPO MIELI, PIZZICATO CON DUE ATTRICETTE DI UN FILM DI PUPI AVATI, CADE NELLA RETE DEGLI SCATTI & RICATTI ANCHE EMILIO CARELLI - PERCHE' IL DIRETTORE DI SKYTG24 AMMETTE DI AVER COMPRATO IL FOTOGRAFATO? POICHE' LE DIDASCALIE "CONFEZIONAVANO" IL SERVIZIO INSINUANDO SITUAZIONI FALSE (CHISSA' QUALI)..." (Dagospia)

null
("Corriere") È il primo personaggio pubblico che ammette di aver comprato fotografie che lo riguardano per ritirarle dalla circolazione, anche se lo sfondo della storia ha pochissimo a che fare col gossip. Emilio Carelli (58 anni, da 6 emezzo direttore di Sky Tg24, due figli gemelli di un anno) racconta senza tradire emozioni: «Mi hanno chiamato un paio di amici direttori di periodici emi hanno detto che giravano alcune mie fotografie. Guarda, noi non le pubblichiamo. Se vuoi recuperarle, puoi comprarle»... (CONTINUA DENTRO...)

LENNON-CASELLI CI SCRIVE E CI AGGIORNA SUL NOTO DUO LIT-ROCK!
"A MODENA MR. TAMBOURINE-TANGERINI HA SOSTITUITO MCCONRAD"
null
->"L'Italia in vacca" alla Feltrinelli /// Riccardo ed Eugenio live-show...

"Gentile Piccinini, rispondo alla sua invocazione di notizie sul duo rock, comunicandole che nell'ultima tappa del tour, sul palco della Feltrinelli di Modena, è andato in scena un avvicendamento, che ha visto il direttore Tangerini entrare nel duo. La invitiamo comunque a rassicurare i fans, confermando McConrad come elemento di punta della band. Cordiali saluti, Riccardo Caselli".
Grazie mille per l'aggiornamento. Provvediamo subito a rassicurare i fans. Rock never dies! (c.a.p.)
-
(*) "Mr. Tambourine Man" è il titolo di una canzone folk scritta da Bob Dylan nel 1965 e inclusa nell'album "Bringing It All Back Home". È considerato uno dei brani-culto della musica rock degli anni sessanta

» Read More

Category: General
Posted by: editor
null (Satira politica)

IL BULLO MORA E LA BELLA MORA! (Il "Buso", la Bona e il Cattivo)
NOTIZIONA DEL GIORNO: PARTITO UNICO DELL'AMORE, E' PLEBISCITO! DA ANA (LAURA) AD "ANO(ZERO)" IL PASSO E' BREVE, ANCHE PER UNO BRAVO COME LUI. COSI' CHE I COLLEGHI-NEMICI DE "IL RI-FORMOSO" BY POLITO E FILIPPO FALLI DI "LIBERO" PROVANO A RIFORMARLO, SCHERZANDOCI SU: "PARE CHE LA EX CONCORRENTE DE 'L'ISOLA DELLE FORMOSE', PERDIPIU' A SUO TEMPO COINVOLTA NEL VULNUS DI VALLETTOPOLI, ABBIA CONVINTO IL PRESUNTO COMPAGNO - FONDATORE DE "IL FATTO-RINO" DELLE PROCURE - A PARTECIPARE ALLA NUOVA EDIZIONE DE 'L'ISOLA DEI FUMOSI'...".



CALMA E GESSO: CI SONO VELINE E VELINE... NELLA LOGICA DEI BENPENSANTI TUTTI CHIACCHIERE, MANETTE E DISTINTIVO - UNA LOGICA TALVOLTA PUNTUALE E CONDIVISIBILE, VA DETTO - QUELLE CHE IL GOVERNO 'PASSA' ALLA RAI SONO MANIPOLAZIONI BUONE PER UNA REPUBBLICA DELLE BANANE... MENTRE LE ALTRE, QUELLE BONE, MORE E COL CASCHETTO, SONO UN DONO DI DIO A SIGILLO (SUGGELLO) DELLA MERITATA POPOLARITA' (TOH, GUARDA CASO PURE QUESTA TELEVISIVA) DEL SOMM(ARI)O AUTORE DI "BANANAS", SEMPRECHE' - OVVIAMENTE - NON FREQUENTINO NE' PALAZZO 'GRAZIOSE' (cfr. DE ANDRE') NE' VILLA 'CER-TOPA'...
-
Il gossip che viene dalle lenzuola e che sbircia qua e là dal buco della serratura ha fatto un'altra vittima illustre. Il principe del giornalismo col ditino puntato (e puntuto: di cui, per inciso, ammiriamo ironia documentale ed efficacia espositiva... un po' meno il tono saccente e lo stile inquisitorio, pregiudizialmente fazioso) se la farebbe con l'ex ballerina di 'Struscia' La Notizia, programma cult delle tv di quel diavolo di "Cainano" (come lo chiama lui). Al "Chiambretti Night" Lele "Mona" ha spifferato ai quattro venti (e otto 'vanti', perché se fosse vero, beh, tanto di "cappella", pardon, chapeau!) che l'autore de "L'odore dei soldi" si vedrebbe con una ex soubrette della Vallettopoli all'italiana (anche se lei ha origini brasiliane). Boh: soldi o non soldi, anche in questo caso pare che si tratti più semplicemente del solito, noto e comunque innocente "odore" (nel senso di 'allure') di gnocca... (CONTINUA SOTTO...)

null.null
PAPI! Travaglio ("Il Fatto-rino") ama circondarsi di colleghe più giovani

» Read More

Category: General
Posted by: editor
null Alle ragazze Pdl i piedi piacciono tatuati!
PODOFILIA Riceviamo e pubblichiamo l'immagine del profilo Facebook di un'amica della vicepresidente del Centro Storico Benny Fiorini

null (Satira politica)
COSI' FAN-TUZZI! Partito Unico dell'Amore, l'affare s'ingrossa...
Da qui la cinica battuta del Pd: "Lo sapevamo che non era un... AQUILA"
Pipp-therapy / ITALIA IN VACCA, URGE UNA 'ESCORT STRATEGY'
-
Dal sisma allo scisma: Ricky Genchi ha rotto col suo pig-marpione Di Pietro. All'Italia dei Calori, per scardinare il sistema berlusconiano, non resta che il 'piede di orco' messo a disposizione della D'Addario o il colpo di tacco del 'Pube' de Oro Fini. Il commento degli ex Ppi reggiani: "Eh sì, bei tempi quando il Belpaese era governato da persone integre (magari un po' integraliste, ma integre), irreprensibili e integerrime come 'CianciMino' Martinazzoli, politico tutta casa (chiusa?) e chiesa...

null

null.null
La Farioli (detta "fariolina" per via delle sue altolocate frequentazioni nella Capitale) ha un 'diacono' per capello: "La politica romana? Un vero 'museo delle cene'... Come dice Dagospia: il più pulito c'ha la rogna..."

null
Il candidato Pdl alle Regionali Pagliani ieri sera al Sali & 'Tabacci' (Bruno)

null.null
Le nuove leve politiche dell'Italia dei Calori usano cannucce per i drink!

nullnull
null
Category: General
Posted by: editor
Forza I-taglia 42, Partito Demografico, Italia dei Calori e Unione di Corpi
null (Satira politica)

nullFIN CHE C'E' "PELO" C'E' SPERANZA (Di prender voti)
-> Noi lo diciamo e scriviamo da mesi: così fan tutti, così Fan...tuzzi!
HA VINTO IL BERLUSCONI STYLE! ("El 'pube' unido jamas serà infigado!")

Frequentare ragazze dotate aiuta i politici a lavorare meglio per la città!
null.null
A sinistra, l'estro nascente dell'Idv locale, l'affascinante e bombastica Tania Riccò (al recente congresso nazionale del partito pare abbia sostenuto la 'mozione Habanero'). A destra, il giovane ma già aitante consigliere comunale dell'Udc a Reggio, Luca D., si lascia andare ad affettuose (innocenti ma passionali) effusioni con la splendida fidanzata, spesso ammirata in qualità di preziosissima perla in mezzo all'esangue pubblico di Sala Tricolore. (Immagine inviataci via mail da un collega)

null
null

Fine Impero, basso Impero: dalle note faide alle belle "faighe". Reggio è diventata la capitale della politica del tacco alto e del décolleté generoso
*
-> BELLA VITA, BELLA GENTE, BELLE GNOCCHE: IL CERCHIO S'E' CHIUSO!
-> A Reggio spopola il Partito Unico (trasversale) dei gaudenti!
*
Carnevale / (Citofo)Nando Rinaldi, vestito per l'occasione da direttore di Istoreco-Histoire d'O, è pronto per la sua prima serata al Pippis Bar. Per farsi coraggio porterà con sé sia una copia del regolamento del consiglio comunale sia una copia dello Statuto del partito.
*
Battini (ribattezzato "ora et la-boria" per la sfrontatezza con cui aggancia le femmine di Pd e Pdl) proverà a convincere Delrio De Janiero a fare il grande passo (falso), cioè il fatidico salto (nel buio). Più scafati - e quindi meno schifati - gli altri ex margheritini del potere locale, che se la godono a suon di cene, schitarrate e aperitivi (Pagani, Barbieri, Saccardi... i primi due, oggi avversari, in "barba" alle apparenze hanno scoperto la virtù del sorriso; l'ultimo, invece, nonostante l'aria da vice-presidenza "provinciale", dicono sia stato paparazzato insieme a una statuaria Jessica Rabbit in un noto music-dinner cittadino... che dire: rossa di sera bell'empio si spera). Detto ciò, ai 'poster' (elettorali) l'ardua scemen... pardon, sentenza.
*
Intanto un sondaggio on-line rivela che alcuni cittadini vorrebbero che lo Strazio Gerra venisse trasformato in un rinomato locale di lap dance.

null
Category: General
Posted by: editor
null
Ssst! Non dite ai grillini che l'Idv in Campania voterà compatta De Luca

null
Venerdì: per gli Aztlan-boys cena a base di sushi e involtini primavera!

null

TRA MENO DI UN MESE QUESTO BLOG SPEGNERA' 5 CANDELINE
null
nullnullnull (Satirelle amiche, parodie giocose, associazioni parolaie)

1) Lo scoop sei tu, chi può darti (odiarti) di più. A furia di occuparsi di coop e aree nord, il puntuale e puntuto Pier Pansa Ghiggini ha smesso, purtroppo, di seguire le magnifiche sorti della er mejo direttrice di via Gattalupa. Tuttavia le porte (girevoli) del Regno di Aztlan restano apertissime...

2) Dagli ex caselli ai Caselli, ovvero: Italia in vacca, che "libridine"... Qualcuno ci aggiorni sulle prossime tappe delle tournée invernale, su e giù da un palco, dal Cusna al Po (sold out ovunque), del celebre duo libresco, i Lennon e McConrad delle presentazioni.

3) Non c'è Paragone... anzi no, c'è eccome. Grande attesa (beh, insomma) per la puntata di venerdì de "L'ultima parola" (Rai Due, seconda serata), dove - salvo intralci dell'ultima ora - si parlerà di Pd, politica emiliana e nuovi ipermercati. Ma non ditelo troppo in giro...

4) Ci mancano già i Lunedì del Mulino Bianco... che si dice rientrino nei taglia-e-cuci alla cuuultura annunciati dal Comune. E che saranno sostituiti dai Martedì del Budino Nero.

5) Patty chiari, amicizia lunga. L'altro giorno la Gazzetta ha dedicato una paginona a Suor D'Addario, che il 17 sarà al Fuori Orario (per l'occasione ribattezzato - con una battutaccia - 'Fuori Tariffario'). Già: anche il Quarto Quotidiano, cioè il primo, da buon ultimo, è approdato al Partito dell'Amore (mercenario?).

6) Falled in love. Si vocifera di grandi preparativi per la festa di carnevale by Pippi: che sia lui, a Reggio, il vero... "patito" dell'amore?

7) San Valentino: il 14 febbraio Gianpar terrà una "lectio mestrualis" sui Templari al Tunnel (locale Arci in via del Chionso). Come dire: scherza coi santi ma lascia stare i... Santini (Luca).

8) San Valentino bis: domenica, per il ciclo "Fatti dal mondo" (non è una battuta: s'intitola proprio così), laddove nei Cinici Musei da un paio di settimane si cazzeggia in tema di giornali e notizie, il direttore de "L'Informinzione" (nel senso che in passato ha condotto nobili e memorabili battaglie contro i pisciatoi a cielo aperto in centro storico, informando lettori ed elettori sugli spostamenti di orde di urinatori durante la Notte Blanda e non solo... oh, al calembour mica si comanda!) terrà una "lectio mazzonis" dal titolo "Blogger: chi sono e come sbarazzarsene".

9) Il direttore di Carlino Reggio Nitrosi beve solo caffé (messicano?, nicaraguense?) della torrefazione "Kaffè", di fianco all'ex sede della Manodori.

10) Che fine ha fatto la brillante penna della fascinosa Parravicini?

11) Pier F. Grasselli si è ritirato ("Per un mese") a Cortina d'Ampezzo per espungere o limare i passaggi più trash del suo nuovo romanzo (titolo provvisorio: "Fammi una sega", sequel di "Fanculo amore" e prequel di "Chiavami ancora", scritto a 4 mani con Muccino).

12) La casa editrice Dialisis, dopo la ristampa della collezione del tonitruante e kamikaze foglio "La Nuova Panna" ('45-'46), sta lavorando alla pubblicazione della raccolta 'anal-stitica' dei numeri di... Stampa Reggiana. Titolo della pubblicazione: "Paranormal activity".

13) A proposito: ridateci gli editoriali al vetriolo (o erano al cetriolo...?) di Giovanni Scazzoni!

14) 'All Blacks' Campani (Boorea) tiene una rubrica di culi...naria (interviste coi grandi chef) su Tuttoreggio.

15) La biografia della escort D'Addario (che Panorama accusa di "complottite"), l'archivio dello spione Genchi (che al congresso Idv ha rilanciato, cioè riciclato, ricicciato, l'alata tesi secondo cui il souvenir in faccia al Premier... vabbè, stendiamo un altro 'pelo'...), gli sfoghi "mignottofobi" di Mitrokhin Guzzanti, padre di cotanta inkazzosa Sabina: uhm, ma che bell'ambientino... Fatto sta che i tipi (nel senso di tipi tipografici) di Arimortis, socio de Il Rifatto ed editore di Marco Travalico, si sono giustamente accorti, fiutando l'onore dello scoop e l'odore del sangue (dopo che lo stesso Travaglio, 9 anni fa, scoprì "l'odore dei soldi"), che l'antiberlusconismo nero su bianco tira di più della catechesi politica di Dossetti, oppure che il taglio pamphlettaro alla Chiarelettere (si consideri ad esempio "Vaticano Spa", cioè il titolo di saggistica più venduto del 2009) è più cool dei libri sulla crisi del Pd. D'altronde, come può un Fazio (Lorenzo) non essere lessicalmente... fazioso!?

16) Fin che la 'banca' va, lasciala andare. Oggi, a pag. 16 (l'ultima) del quotidiano "Modena Qui", che fa capo all'avv. Samorì, ideologo dell'associazione combattentistica "Bper Futura", appare un articolo un tantino critico sulla stessa Bper. Titolo: "Bper, il rosso costa ancora caro: le vere penali per gli scoperti dei correntisti"; e ancora, dal richiamo in prima: "Conto in rosso? La Bper ti stanga". Come dire: a El Nino de Oro sono fischiate le orecchie (o magari girate le palle, perché no). Alché pare che se la sia cavata con una battuta: "Se dite che la Bper stanga, vuol dire che non conoscete Unidebit...".

17) Gli Elizabeth, pop-rock band di base a Scandiano, sono gli autori della musica del fortunato video tv della Edison. Su Facebook fanno sapere che "lo spot accompagnerà gli Azzurri ai principali appuntamenti sportivi dell'anno, dalle Olimpiadi di Vancouver al Torneo Sei Nazioni di rugby, dai Mondiali di calcio fino ai Mondiali di pallavolo: la colonna sonora dello spot è stata creata ad hoc con un brano originale da noi composto e arrangiato". Addirittura!

18) Del Giorno della Civet... pardon, della Memoria nessuno parla più. Infatti. Passate le 24 ore di prammatica i giornali hanno staccato la spina e interrotto l'accadimento terapeutico sulla nota vicenda della freddura idiota servita a tradimento tra un caffé e una brioche. Ossia: ci si è dimenticati, un po' tutti, di tenere accesa la fiammella (la fiammella della polemica, intendiamoci) sull'infelice e un po' sporca barzelletta dell'ebreo e il tedesco. Sennonché, e aggiungiamo per fortuna, il caso è stato preso a cuore dal senologo Umberto Ego ("Cambierò titolo alla mia rubrica su L'espresso: da La bustina di Minerva a Il bustino di Miranda") e dalla gnoc-star reggiana Zucchero Sfornaciance. Ah, cavolo: ma oggi non è il giorno del Ricordo delle foibe?

19) Sabato abbiamo festeggiato i primi... e gli ultimi 9 anni in viale della Rocca n. 1.

20) Photoshop ci è andato a ramengo... ma ci hanno consigliato di scaricare Picasa. Sì...? Col 'caso'!


null
Category: General
Posted by: editor
->Per spostare documenti e/o spedirli il Comune spende 104.000 euro
ALTRE SPESE "Determina di affidamento del servizio di movimentazione e trasporto documenti e gestione del servizio spedizioni del Comune di Reggio (1/10/2009-31/03/2011)". Il servizio è affidato a Coopservice.

null
C'è Beppe in versione Che (C'è) Guevara!

null
Pagani, un po' assonnato, durante un viaggio di solidarietà in Romania

Le Regionali incombono, i cittadini soccombono... Tra poster e pagine on-line, "stalking" visivo! e "mobbing" da slogan! (elettorali), i candidati reggiani di destra e sinistra provano a rastrellare visibilità e a fare proseliti. Da oggi in Rete i profili della sindaca Mori e del cislino...

nullnullnull
C'è, ci fa e non si fa: lo scandianese all'arrembaggio del web: ecco la foto di benvenuto della pagina "C'è Beppe". Il "collega" vezzanese Barbieri suderà freddo o suonerà a caldo? (Art director: Battini&Braggion Adv.)

LA REGIONE EMILIA ROMAGNA EMULA VASCO ROSSI
E CANTA: “VADO AL MASSIMO” (NELLE TASSE!)

"Caro Direttore,
in presenza di un federalismo fiscale “incompiuto”, il cittadino italiano si trova a fare i conti e a “essere munto” da cinque finanziarie:
- Europa: è praticamente impossibile l’analisi di quel bilancio
- Stato: complesso e senza possibilità alcuna di “farsi sentire”
- Regione: argomento che espliciteremo dopo
- Provincia: dovevano essere soppresse con l’istituzione delle regioni, che furono definite, forse superficialmente, inutili anche in campagna elettorale, che la loro eliminazione avrebbe portato miliardi di euro nelle casse dello Stato, che i maligni affermano che sia un “poltronificio” e… ne hanno istituite delle nuove e avranno ancora lunga vita
- Comuni: è l’istituzione più vicina alla gente e che partecipa almeno alla discussione
Tornando alle Regioni, queste hanno una autonomia impositiva e un ruolo cardine nel rapporto con lo Stato. Mentre leggo che in Veneto sono impegnati a togliere l’addizionale regionale Irpef, in Lombardia non si paga l’addizionale sul gas, la Regione Emilia Romagna invece emula Vasco Rossi e canta, per le tasse, “vado al massimo…”(!?). Lo ha fatto per l’addizionale sul gas (dove in aggiunta paghiamo anche l’Iva). Applica l’addizionale Irpef dall’1,10% all’1,40% in base al reddito. Non difettando di fantasia, nel 2008, ha introdotto, per il bollo auto, motociclette e ciclomotori, il “costo esazione di € 1,55”, che noi stimiamo “renda” c. 6milioni di euro; paghiamo per pagare. Grottesco! Siamo prossimi alle elezioni regionali: “Cosa ne pensano, cosa ci prospettano i candidati reggiani?”, non importa di quale schieramento.
Un cordiale ma amaro saluto, Mario Guidetti (PSI, Diritti del Cittadino)"
Category: General
Posted by: editor
nullLo si legge nella "determina di affidamento del servizio di esecuzione di operazioni di esumazioni di salme nei cimiteri del comune di Reggio" (novembre 2009-ottobre 2011). Se ne occupa una ditta esterna, la Saie di Varese, il cui slogan è: "Dal 1963 risolviamo problemi". Già, come il Wolf di "Pulp Fiction", cult-movie di Tarantino...
Category: General
Posted by: editor
nullnullnull
Un anno dopo // Nel gennaio 2009 vennero sequestrati in 64 comuni
-> E furono smontati anche i quattro apparecchi presenti a Scandiano!
Nel 2007 il comune ceramico fu l'unico, tra tutti i comuni della provincia reggiana, a installare in buonafede quel tipo di macchinette ai semafori...

(...) "il giorno successivo ai sequestri il suo difensore, l’avvocato Armando Bartulli di Como, inviò una lettera al sostituto procuratore Ardito indicando nomi e luoghi. Quella lettera esiste davvero, è composta di due fogli e squarcia il velo su ciò che è accaduto dopo l’avvio delle inchieste. Molte amministrazioni hanno continuato imperterrite a tenere in funzione i T-red. D’altra parte nessuno ha detto loro che non potevano farlo. L’avvocato Bartulli scrisse al Pm ribadendo «la massima apertura e collaborazione, nonchè l’assoluta buona fede» di Cairoli e Ci.Ti.Esse. E fornì l’elenco. Suddiviso in due parti. Nella prima sono indicati i T-red «regolarmente venduti». Nella seconda sono precisati «altri comuni dove sono stati installati T-red che non risultano nel decreto di sequestro del Gip». Ad esempio nel comune di Gemonio, in provincia di Varese, paese di Bossi.
Nel primo elenco troviamo 9 società o consorzi che acquistarono in totale 91 T-red, poi installati in 18 Comuni. È possibile che nel qualche amministrazione non abbia più gli apparecchi in funzione. Ma di sicuro non sono stati sequestrati dalla magistratura veronese, che non ha più emesso provedimenti in tal senso, anche perchè numerosi fascicoli sono stati inviati alle Procure di mezza Italia per competenza. Nel secondo elenco sono indicati 8 Comuni dove Ci.Ti.Esse aveva installato 24 T-red. Ma da allora non si è mossa foglia. Il Pm Ardito è ormai arrivato a concludere la sua inchiesta e la Procura ritiene che ad occuparsi di eventuali sequestri siano le Procure competenti. Soltanto che non risulta sia stato inviato loro l’elenco". ("Il Gazzettino", oggi)


SEMAFORI-TRUFFA? "Alcuni T-Red continuano a colpire: la Procura non li ha sequestrati tutti. L'azienda produttrice difende gli apparecchi ma rivela: i magistrati di Verona ne hanno lasciato molti in attività..."

"Automobilisti, attenzione. Quando arrivate a un semaforo, dove sapevate che un tempo erano installati i T-Red per multare chi passa con il rosso, diffidate. Perchè non tutti gli apparecchi in circolazione sono stati sequestrati. Anzi, qualche decina di T-red sarebbe ancora in funzione e continua ogni giorno a scattare centinaia di fotografie.
La notizia contiene elementi inediti, se non addirittura clamorosi. Perchè a Verona, un anno fa, il gip Sandro Sperandio, su richiesta del Pm Valeria Ardito, ordinò il sequestro su tutto il territorio nazionale dei semafori truffa. I sequestri raggiunsero 64 Comuni o Unioni di Comuni, in 24 province italiane. Vennero indagati 63 funzionari di polizia locale, 40 amministratori pubblici e sei amministratori di società private. Le ipotesi riguardavano la frode in pubbliche forniture, il falso, la truffa aggravata, l’abuso d’ufficio e la turbata libertà degli incanti.
Adesso l’inchiesta a Verona è chiusa. Il pm ha già scritto il capo d’imputazione finale, riguardante le posizioni rimaste in riva all’Adige dopo aver distribuito gli atti, per competenza, a una ventina di Procure italiane. Ma la notifica formale, per carenza di personale di segreteria, non è ancora avvenuta. Questione di due settimane. Poi comincerà l’iter verso l’udienza preliminare con la richiesta di processare comandanti dei vigili, sindaci e assessori, titolari delle società di T-Red. Tra questi ultimi vi sono anche l’ingegnere S. A., di Seregno, titolare della Kria di Desio, il "papà" italiano delle apparecchiature, che un anno fa finì ai domiciliari, e R. C., già amministratore unico della Ci.Ti.Esse, arrestato per un’analoga inchiesta milanese e solo indagato a Verona. È quest’ultimo a confermare il fatto che in circolazione ci siano più di una trentina di T-red.
«Un anno fa il giudice Sperandio sequestrò 250 apparecchi. Avrebbero dovuto essere tutti quelli che abbiamo commercializzato. Ma in realtà l’elenco non era completo» spiega C. Il suo difensore, l’avvocato D. B. di Como, il giorno dopo i sequestri scrisse alla magistratura veronese. «E allegò un elenco con la collocazione dei T-Red che non erano stati sequestrati. Mentre aspettiamo il dissequestro dei 250, mi domando perchè un anno dopo non siano stati sequestrati anche gli altri che continuano a funzionare», conclude".
("Il Gazzettino", 21 gennaio 2010)

Category: General
Posted by: editor
nullAltro "acquisto in economia". L'affidamento alla società cooperativa Archeosistemi e alla cooperativa sociale Camelot del "servizio di gestione dei servizi al pubblico e la gestione del patrimonio librario delle biblioteche Panizzi e Santa Croce (fino al 30 giugno 2012)" pesa sulle casse municipali per 632.823 euro (procedura negoziata ai sensi degli art.li 21 e 27 del D.Leg.vo 163/2006).
Category: General
Posted by: editor
COMMENTO DELLE NOTIZIE, DOMATTINA TOCCA AL DECANO BONAFINI
-> "Fatti dal mondo", a colazione coi direttori: seconda puntata ai Civici
null MONEY! Sei mesi fa il Municipio di Reggio ha affidato il "servizio di assistenza al pubblico, portineria, biglietteria, apertura e chiusura delle sale espositive, informazione e promozione nelle sale dei civici musei" alla società coop.va "Le macchine celibi" di Bologna.
null La dirigente museale Farioli incassa uno "stipendio tabellare" di 40.130 euro l'anno: cui si aggiungono 19.159 euro di "retribuzione di posizione", 3.000 euro di "premio di risultato" e 805 euro di anzianità.

null
Category: General
Posted by: editor
null
-> L'ECONOMIA TIRA COME UN TORO! L'importo comprenderebbe il diritto ad accedere all'archivio on-line del quotidiano milanese (periodo 2009-2012), più un forfait per i supplementi cartacei (per il solo 2009)
Category: General
Posted by: editor
null null null
Una troupe de "L'ultima parola", nuovo rotocalco d'approfondimento di Paragone (in onda il venerdì in seconda serata su Rai Due), nei giorni scorsi si sarebbe recata in Comune per raccogliere alcune testimonianze filmate e realizzare una serie d'interviste, pare, sulla crisi del Pd e del sistema-Emilia. Interpellati politici di maggioranza e di opposizione


Nel video sopra, un'anticipazione della puntata di stasera, dedicata al congresso dell'Idv. Detto ciò, può anche darsi che le immagini girate nella nostra città vengano trasmesse venerdì prossimo (dipende dalla scaletta del programma e dai materiali ricavati dalla trasferta)...

Il giornalismo (che roba è, si mangia?) insegue la babilonia della politica
* I fogli centrodestri sono scatenati e insistono su D'Addario e Di Pietro


null
null.null
-> MA MARTEDI' IN UN ALTRO TEMPIO ARCI SI PARLERA' DI REGOLE
Alcolici dopo le 2: chiuso per la seconda volta un circolo di Correggio
Il locale aveva riaperto il 29/01: ora sarà "off limits" per altri 10 giorni
La Prefettura ha imposto nuovamente i sigilli al club Vizi del Pellicano

-> IL 9 FEBBRAIO AL FUORI ORARIO CI SARA' GHERARDO COLOMBO

null

A Scandiano un dibattito sulla mafia. Ma c'è anche un'attrice di fiction...
null

null
Category: General
Posted by: editor
->Il musicista deve partecipare al festival: in tv meglio lui delle veline...
ILLEGITTIMO IMPEDIMENTO / MORGAN: VERITA' E VANITA' SCOMODE
FICTION. Tutti sanno ma nessuno deve parlare e nemmeno dirsi pentito
Rogo in piazza e bigottismo farisaico: si criminalizzano ancora una volta i disperati (i cosiddetti "drogati", da alcuni considerati vuoti a perdere senza possibilità di riscatto e schiavi d'un bisogno sociale prima ancora che esistenziale), mentre il problema sono ancora una volta i soldi, laddove l'arte maledetta (sesso, droga e rock'n'roll) in questo caso c'entra poco o un cazzo. Un problema comune a milioni di persone (dai politici in giù), un business che ingrassa la malavita e i professionisti senz'anima a vario titolo. Così come i manicomi deturpavano la stravaganza, come Facebook corrompe la naturalezza, come il sessismo condanna la diversità. Così come la finanza ha ucciso l'industria.

Streghe/SANREMO? IL VERO FESTIVAL E' QUELLO DELL'IPOCRISIA
null
(Satira rock-economica) Da XFactor a XFashion. Morgan confessa: "Sì, ho fumato i titoli azionari di una nota azienda con base a Reggio... per questo le malelingue insinuano che mi sia fatto di... crac"

Il musico showman e la maison della moda sono in discreta difficoltà (personale e aziendale). Il primo è stato uccellato in piazza ed escluso dal circo di Sanremo, attaccato per aver fumato droga, non essersene sostanzialmente pentito (ma ha chiesto aiuto, parlando di umane debolezze senza ipocrisia) e, anzi, essersene più o meno vantato - provocatoriamente, artisticamente - in una scivolosa intervista.
La seconda, che lotta per difendersi da banche fameliche e indagini puntute ancora in corso e talune in evoluzione, sta facendo il possibile per salvare capra e cavoli, cioè patrimonio e posti di lavoro.
Per nessuno dei due, al momento, è suonata la campana, ma solo un chiassoso campanellone d'allarme, per dire: è finita la ricreazione, si torna alla vita reale. Sbattuti sulle prime pagine dei giornali nelle vesti di tragicomici esempi da non seguire, si battono come leoni in gabbia (contro il tempo e le ipocrisie, spostando la sabbia e caricandosi di rabbia) per salvare una carriera e scongiurare una chiusura.


NELL'ITALIA DEI 'NUOVI MOSTRI' MENO MALE CHE CI SONO LE MOSTRE!
null
ULTIM'ORA / NUOVO SINDACO, CITTA' DEGLI ASINELLI VOTA NEL 2011
MOSTRE-1 Al cul non si comanda (appunto: questa sì ch'è cul...tura!)
"Moana. Casta Diva" / Bologna, Contemporary Concept. Fino al 27 marzo. Volume a cura di Valerio Dehò. Foto di Gianfranco Salis, Mat Edizioni. E' ufficiale (altro che Il Mulino, altro che prodismo, altro che Dams): la capitale dotta e grassa, quella del "trombeur" (de femme fatale) Delbonovox, s'è convertita fino al midollo alla f***! Ovvero: che sia questa, nel concreto, la vera politica dei "due for(n)i" che tanto piace al bolognese Casini? D'altronde, tra un po' ci sono le 'erezioni'... (Zar.)
-
Questa volta non siamo noi a scrutare, con l'acribia di un anatomista e con i sensi di colpa del guardone, il suo corpo. Ma è lei, Moana Pozzi (1961-1994), che ci guarda, ci indaga e ci tiene a distanza. Nelle 25 fotografie di Gianfranco Salis, di cui 15 inedite e tutte in formato 70 per 100, Moana non è più la pornostar che ha agitato il sonno e i desideri inconfessabili dei maschi italiani: è il Corpo per eccellenza, icona senza tempo da aggiungere nella galleria universale della Bellezza insieme alle Veneri della classicità. Salis ha esordito come collaboratore di Tazio Secchiaroli sui set di Fellini e De Sica, per poi diventare fotografo di scena di Tinto Brass e ritrattista delle star. (Diva & Donna e Dagospia.it)
null
Cena(colo): anche stavolta il convitato-eccitato di pietro sarà il Cainano
GNOCCALAND / ALTRO COMPLOTTO? QUI GATTA(TICO) CI (AL)COVA...
-> TORTI (M)ARCI? INTANTO AL "FUORI ORARIO" ARRIVA LA D'ADDARIO
AEMILIA INFELIX! Da Moana a Patty il contrappasso è breve (e greve): il 17 febbraio, a Taneto (etimologicamente: paese della "tana") tutti alla grande ammucchiata (a tavola, per la cena: cosa avevate capito...) con la sexy primadonna barese. Al desco-rt ('sto calembour è grandioso) della sinistra Arci-allupata si radunerà l'intellighenzia giacobina reggiana. (Z.)

null
MOSTRE-2 Del Bue batte il rigore: la giunta reggiana è all'ultimo stadio?

null
MOSTRE-3 Da sabato 30 gennaio, a Reggio, l’Officina delle Arti (via Brigata Reggio, 29) ospita la mostra di Aldo Spoldi e Wal: “L’arte mascherata”, promossa dai Musei Civici e curata da Loredana Parmesani
Category: General
Posted by: editor
RICORDATE DI FARE GLI AUGURI A FABIO, CHE DOMANI COMPIE 53 ANNI

LA POSIZIONE DEI MISSIONARI! Il Carlino ha pubblicato l'elenco delle gite svolte in questa legislatura: Filippi, Borghi e Rivi i nostrani più attivi

Il consigliere Pdl ha portato ad Assisi l'olio extravergine di S. Francesco
null.null
null
I politici reggiani sono andati in missione (di rappresentanza) ovunque!

null
Category: General
Posted by: editor
Purtroppo in Italia (e non solo) il comunismo è ormai una riserva indiana
->Ma il pensiero critico d'un sano antagonismo sociale è sempre attuale
Di lotta di classe non si parla più: i non protetti soccombono in silenzio!
* UN MONDO D'ALIENATI CHE HA SMARRITO IL SUO SOL DELL'AVVENIRE
null.null
null.null
Sopra, due recenti saggi (2009) sul padre della filosofia "anticapitalista"
Una giungla dominata da banche e pescecani: resistere, ribellarsi, urlare
Category: General
Posted by: editor
nullnullnullnullnullnullnullnullnull
-> «Viviamo tempi difficili per le nostre istituzioni, numerosi segnali d’allarme sono tristemente risuonati in questi mesi». Poi: «Preoccupanti episodi di corruzione morale, aggressività politica e accanimento mediatico... hanno generato un clima politico di veleni e sospetti e un crollo di fiducia dell’opinione pubblica nei confronti delle istituzioni». (Dionigi Tettamanzi, ieri)

UN FILM TRATTO DALLA BIOGRAFIA ALIBERTI (E SPUNTA ALAIN DELON!)
null
Patty D'Addario: «Vogliono farmela pagare». Lo sfogo raccolto da "Oggi"
«Ero pronta a rialzarmi, ma evidentemente non posso rifarmi una vita»

«Complotto contro Berlusconi? Poche storie: sono stata l'unica a parlare e devo pagarla, devo servire da esempio. La magistratura indagherà: ho totale fiducia nel suo lavoro». Così Patrizia D'Addario commenta al settimanale 'Oggi' le notizie relative a una presunta indagine in corso a Bari per far luce sulle origini delle sue frequentazioni con Silvio Berlusconi. «Al telefono mi sente calma - dice al giornalista di 'Oggi' - ma dentro sto letteralmente morendo.
Ero pronta a rialzarmi, a ricominciare da capo. Evidentemente non posso rifarmi una vita». Poi parla della sua carriera artistica e aggiunge che dopo aver presentato il suo primo disco singolo a Cannes, spera che l'album in uscita a maggio le cambi la vita: «Voglio smettere di essere uno scandalo e tornare ad essere una donna. Io nasco come artista: ho fatto l'illusionista, la ballerina, la show girl. Insomma, non mi improvviso cantante. Né sono un fenomeno». Infine conferma il progetto di un film tratto dal suo libro 'Gradisca, presidente', per il quale - afferma - avrebbe manifestato interesse Alain Delon. (Corriere.it)

nullnull
COOP REGGIANE AIUTANO L'ABRUZZO: RACCOLTI 90.000 EURO
null.null
Rocca di Mezzo è un piccolo comune abruzzese, fortemente colpito dal terremoto dello scorso anno: su 8.000 abitazioni, 1.400 sono inagibili. Gravi danni hanno subito anche edifici pubblici e le chiese. Nei mesi scorsi è partito un progetto di collaborazione tra il Comune abruzzese e la cooperazione reggiana, che porterà alla ricostruzione della ludoteca di Rocca di Mezzo. L’iniziativa, partita dai lavoratori di Unipeg e Grandi Salumifici Italiani, ha poi convogliato anche i fondi messi a disposizione da Boorea, Legacoop e da diverse cooperative reggiane.
Giovedì e venerdì scorso sono venuti a Reggio Emilia il sindaco di Rocca di Mezzo Emilio Nusca, il vicesindaco Mauro Di Ciccio e gli assessori Giancarlo Scoccia e Lucio Benedetti. Gli amministratori abruzzesi nella giornata di giovedì hanno illustrato a Ildo Cigarini, presidente di Legacoop Reggio Emilia e Boorea, al direttore di Legacoop Francesco Malpeli e al direttore di Boorea Stefano Campani, il progetto della nuova ludoteca... (CONTINUA DENTRO...)

IDEE / Ricetta contro la recessione: uscire dalla palude mentale Studiamo, apriamoci di più, creiamo qualcosa di nuovo. Ora!
La recessione economica si manifesta prima di tutto come crisi della fantasia, della creatività, chiusura nel recinto ristretto dove non rischi nulla, neanche la fatica di pensare. Se non puoi agire, infatti, smetti di progettare e poi smetti anche di immaginare, di sognare. E' il contrario di quanto avviene nelle grandi fasi di espansione. Dopo la Seconda guerra mondiale c'e stato un impetuoso sviluppo economico perché tutti sognavano un mondo nuovo. La creatività non è stata solo economica, ma in tutti i campi. Nell'attuale recessione invece prevalgono la paura, la prudenza, per cui non solo non fai cose nuove, ma hai paura del nuovo. Così non appaiono grandi imprenditori, grandi scrittori, grandi pensatori e, se ci sono, non vengono riconosciuti. Il pubblico riceve prodotti scadenti e si abitua al mediocre, al brutto: diventa una recita piatta, stereotipata, noiosa. E così avviene per le brutte fiction e le rubriche con le solite persone che dicono le stesse cose. La gente rinuncia a capire, si accontenta della cronaca, legge biografie che sono una prosecuzione del pettegolezzo. In mancanza del nuovo arriva il mostruoso. Per fare audience mettono nello spettacolo una escort, un trans, due lesbiche, un principe e, se li trovano, un nano e una gigantessa. Già: come si esce da una stagnazione? Lasciando prima di tutto la palude intellettuale. Non facciamoci rovinare il gusto da cattivi spettacoli, cattivi libri, cattivi film e cattiva musica. Spalanchiamo la mente a ciò che ci arricchisce emotivamente ed intellettualmente. Studiamo, lavoriamo, inventiamoci un lavoro, una attività nuova. Facciamo quello che avremmo sempre voluto fare e a cui abbiamo rinunciato per timidezza o per paura.
(Francesco Alberoni, Corriere della Sera, oggi)

null.null
Due foto "palindrome", calendario 2010 ragazze venete (Ph.M.Griggio)

«Nella mia fine il mio principio» è il titolo di un romanzo di Agatha Christie che bene illustra il fascino delle scritture palindrome (quelle che restano invarianti se si inverte l’ordine di lettura). Pensiamo a parole come ala, radar… o al nome di un celebre intellettuale come Asor Rosa. Per non dire del mondo dei numeri. Eppure, quello che è palindromo per noi non lo è per altri che magari usano lingue, notazioni e calendari differenti (noi scriviamo 19, e non ci vediamo nulla di palindromo; ma provate a scriverlo come facevano gli antichi romani: XIX). Si tratta di coincidenze; ma come ci insegna un carteggio tra il grandissimo fisico Wolfgang Pauli e uno dei padri della psicanalisi, Carl G. Jung, le coincidenze possono essere estremamente rivelatrici, informandoci non tanto come degli oggetti del mondo, ma delle modalità simboliche con cui noi ci riferiamo a essi... (CONTINUA DENTRO...)

-> PRIMO INCONTRO CON LE NOTIZIE AI MUSEI DI REGGIO...
null.null
La prima edizione di ‘Fatti dal mondo. Le ultime notizie commentate dai giornalisti della città’, promossa da Comune di Reggio Emilia, Musei Civici e Rotary Club, ha avuto la conferma del gradimento dei cittadini reggiani, che ieri mattina (31 gennaio) hanno sfidato l’abbondantissima nevicata affollando la splendida Galleria dei Marmi per seguire il commento delle notizie del giorno da parte di Augusto Ditel, direttore della Gazzetta di Reggio. Dopo il saluto di Elisabetta Farioli, direttore dei Musei civici, che ha annunciato l’intenzione di realizzare nuove edizioni dedicate ai vari aspetti dell’informazione (il web, le radio, il giornalismo femminile e i giornalisti reggiani che lavorano per testate nazionali), e l’intervento del presidente del Rotary Club Marco Masini, che ha rimarcato il carattere innovativo della proposta e l’attenzione del Club alla dimensione internazionale dell’informazione da un lato e al dialogo con la città dall’altro, è intervenuto appunto Ditel, dall’ottobre 2008 direttore del primo quotidiano reggiano... (CONTINUA DENTRO...)

» Read More

Category: General
Posted by: editor
-> IL CRITICO LUZZATTO FEGIZ LANCIA IL SASSO E VUOTA IL SACCO!
null
C'è l'episodio di Londra: pur non essendo andato alla conferenza stampa di Madonna, scrisse di esserci stato e descrisse la cantante "con una acconciatura vagamente anni 70, biondissima, avvolta in una camicia di lamè". Peccato fosse tutto copiato dal lancio dell'Ansa.
C'è l'aneddoto di Sanremo: Elton John era dato come superospite e cancellò all'ultimo minuto, ma il giorno dopo su alcune edizioni del Corriere della Sera (non Roma né Milano, ma Parma ad esempio sì) uscì ugualmente la recensione della sua esibizione mai avvenuta.
C'è la gaffe del necrologio di Andrea Parodi dei Tazenda: peccato che i dettagli biografici si riferissero alla vita di del jazzista Paolo Fresu (però poi si è scusato, con un messaggio postato sul sito di Fresu). C'è la frase «le cose per le quale vale la pensa vivere sono le donne e la cocaina» che non smentisce, ma rilancia: «Devo averla sicuramente detta. Anzi, credo di aver aggiunto anche la barca a vela»... (CONTINUA DENTRO...)

null
La suscettibile première dame Carla Bruni ha disdetto la partecipazione

» Read More

Category: General
Posted by: editor
null
Paco da Viano, il cane giocoliere immerso nella neve del weekend...

Propaganda e coinvolgimento degli elettori, si va dallo schermo tv al telefonino. «Come la radio negli anni Sessanta». Steven Geer e Josh Ross, i «guru» della comunicazione di Obama e Hillary: il futuro è nel mobile...
-
Per quanto emblematico, sarà pure un caso che l’iPad, il nuovo piccolo computer multifunzionale, sia stato presentato al pubblico dai suoi produttori, la settimana scorsa, alla vigilia del discorso di Barack Obama sullo Stato dell’Unione. Ma caso non è che il presidente degli Stati Uniti, quarantottenne, abbia deciso di ricorrere a YouTube per rispondere ad alcune delle domande su quel suo intervento davanti al Congresso che la Casa Bianca ha chiesto agli americani di porre (ieri sera di domande ne erano state raccolte oltre 11mila, le risposte di Obama si potranno vedere e ascoltare dalle 19.45 italiane su YouTube o sul sito della Casa Bianca.
Internet e ciò che ruota intorno alla rete sono diventati pane quotidiano per la politica statunitense, e dato che anche negli Usa, come da noi per le regionali, il 2010 è un anno elettorale (in novembre si rinnovano Camera dei rappresentanti, un terzo del Senato e 36 governatori), può essere utile aver presente quali criteri di azione hanno seguito due tecnici diventati quasi dei veterani delle battaglie politiche sul web. Steven Geer, 35 anni, base a Washington, è stato per Obama il coordinatore della raccolta di fondi on-line, oltre 500 milioni di dollari. Josh Ross, 37, che abita a Palo Alto, ha diretto la strategia internautica del candidato democratico John Kerry nelle presidenziali del 2004 e ha lavorato per Hillary Clinton nelle primarie di due anni fa. Per questa intervista a due voci, il Corriere li ha incontrati a Villa Taverna, residenza dell’ambasciatore americano David Thorne... (CONTINUA DENTRO...)

» Read More

Category: General
Posted by: editor
TUTTI I GIORNALI CEDONO SOVENTE AL GOSSIP: HA VINTO IL CAFONAL?
nullnull
"Gradisca, presidente" è un diario che il Premier... non ha gradito molto!
null.null
A sinistra, la copertina del fortunato volume della casa editrice reggiana, scritto insieme a una cronista barese. Ad anticipare l'uscita del libro (aggiudicandosi un importante scoop, finito a piene colonne sulla prima pagina di "Libero", in apertura) è stato un bravo giornalista reggiano e già bi-autore alibertiano, oggi responsabile della sezione Cultura del quotidiano milanese. A destra, per questioni di doverosa par condicio, il fotomontaggio-parodia di una futura e magari imminente biografia alibertiana (dal blog insoffitta.splinder.com). Sotto, un articolo uscito in queste ore e sempre su "Libero", rilanciato stamane da Dagospia.
-
"Patrizia D'Addario «smentisce il complotto» ai danni del presidente del Consiglio. La nota diffusa a nome della escort arriva nel pomeriggio, poche ore dopo un pranzo dove lei non c'è ma che è scandito dal ritmo di una fitta conversazione incentrata proprio sulla cantante-scrittrice-modella rimasta a Parigi a caccia di occasioni. Al tavolo del Bar Borghese, sempre lì, nel centro di Bari, sono sedute Maria Pia Vigilante, l'avvocato della bionda 43enne, un altro legale dello studio e Maddalena Tulanti, la co-autrice della biografia della professionista che svela i dettagli delle cene a Palazzo Grazioli. È quest'ultima commensale, forse perfino più della donna che ne cura gli interessi penali, a conoscere bene Patrizia. Nell'ottobre scorso la escort e la giornalista di origini napoletane hanno passato tre settimane «segregate in casa» a scrivere il libro. La Tulanti, direttore dell'inserto barese del Corsera, il Corriere del Mezzogiorno, aveva raccontato che se non avesse preso le ferie non avrebbe mai ultimato neanche il primo capitolo. E adesso se ne gode i frutti, considerato che questo nuovo ciclone giudiziario porterà ulteriore pubblicità al volume "Gradisca, Presidente".
Del resto Maddalena, media statura e capelli neri tagliati alla maschietto, di questa storia se n'è occupata fin dal primo giorno. O anche prima, a quanto sembra, facilitata da una consolidata amicizia con l'avvocato di Patty, la Vigilante, la quale è anche editorialista del foglio che la Tulanti dirige da quasi dieci anni. Una brillante carriera per una cronista che inizia a prendere la penna in mano nel 1979, quando ottiene assunzione e praticantato all'Unità. La giornalista rimane ventuno anni nel giornale fondato da Antonio Gramsci, dal quale esce nel 2000 con la qualifica di caporedattore centrale. Poi arriva l'occasione di sedere al posto di comando del "panino" del Corriere della Sera, testata nazionale a cui si dice che la «direttora» abbia girato lo scoop della D'Addario per valorizzare la storia della escort sulle pagine di un giornale nazionale. E così la medaglia del servizio giornalistico più letto dell'ultimo anno l'ha dovuta cedere, come anche le luci della ribalta.
Infatti da giugno i riflettori son stati solo per Patrizia e il suo avvocato, che come un "vigile urbano dell'informazione" ha diretto le dichiarazioni della escort solo verso alcune testate. Da un mese, però, dall'uscita del libro a quattro mani con la bionda 43enne, la Tulanti si è ritagliata uno spicchio di terra al sole. E adesso, adesso che lo scandalo torna in auge per l'ipotesi di un complotto, c'è un nuovo fascio di luce puntato su Bari e sulle sue donne". (Roberta Catania, "Libero")