Archives

You are currently viewing archive for April 2011
Category: General
Posted by: editor

LA CULTURA UMANISTICA REGGIANA PERDE UN PEZZO DA 90
Nel 1988 fondò la casa editrice Diabasis, fucina di ricerche e dialoghi
null
-> Lutto nel mondo dell’editoria. E’ morto nella notte Alessandro Scansani, fondatore della casa editrica Diabasis. Originario di Castelnovo Sotto, Scansani era insegnante ed editore dal 1988, quando fondò la casa editrice specializzata in arte e cultura locale. Alessandro Scansani era nato nel 1946 e nel 1988 aveva fondato con Giuliana Manfredi la casa editrice “Diabasis”...

» Read More

Category: General
Posted by: editor

(Satira religiosa) null
Attaccare moglie affinché suocera capisca? Cosa c'è dietro?
NEL MIRINO LE SCELTE DI MONS. GHIRELLI E DELL'ARCH. SEVERI

Scazzi fratricidi tra cattolici: al Vescovo fischiano un po' le orecchie!

null

Sul "Carlino" di sabato una paginata-doccia fredda che "puzza di zolfo"
Il prof. Adani stronca anche le espressioni di arte sacra contemporanea (quattro artisti pop!?) che la nostra cattedrale si appresta ad ospitare...!

SE L'OPERA DI DIO E' UN'OPERA MURARIA // IL ROSARIO D'ACCUSE
1) "SOLUZIONI ARCHITETTONICHE TROPPO MODERNE"
2) "LA CHIESA SEMBRA SOLO UNA SALA: E' LITURGIA?"
3) "ABBANDONARE LA TRADIZIONE NON AIUTA LA FEDE"
4) "ASSURDO INCHINARSI DAVANTI A UNA BARCA-PIANTA"
5) "MACCHE' ARTISTI: SONO SEMPLICI RACCATTAROBE"


FIAT BUX! L'ARCH. MACCARINI (ORDINE DI MALTA E CIRCOLO DEL CASINO) E MONS. BUX (VECCHIO AMICO DI RATZINGER ED ESPERTO DEL RITO) TRA I PROTAGONISTI DEL CONVEGNO BUM-BUM SVOLTOSI VENERDI' ALL'HOTEL POSTA. IL FORFAIT DEI VERTICI DELLA DIOCESI

GIA': C'E' "POSTA" PER TE! A INVIARE UN MESSAGGIO - BUSTA APERTA - FORTEMENTE CRITICO SULLA VERSIONE 2010 (MA ANCHE 2.0) DEL DUOMO ANCHE MONS. MAZZA (AM-MAZZAO'! PER CASO E' PARENTE CON L'AVV. MAZZA? BOH, SAPERLO...) E L'ARZILLO ARCH. GARZILLO (ITALIA NOSTRA, GIA' DIRETTORE DEL MINISTERO DEI BENI CULTURALI)

(FINE PRIMA PARTE...)

Category: General
Posted by: editor

null
-> SETTIMANA DI PASSIONE! VOLERE UN FESTIVAL LAICO DI STAMPO SCIENTISTA, VAGAMENTE ANTI-CHIESA, IN PIENO TEMPO D'AVVENTO, CIOE' IN PERIODO DI PASQUA (E CHE GUARDACASO SI CONCLUDE CON UN INCONTRO POLEMICO SUL CROCIFISSO IL 17 APRILE, DOMENICA DELLE PALME), SUONA COME UNA VERA, IRRICEVIBILE PROVOCAZIONE

* L'intervento integrale (un po' integralista?!?) di Roberta De Monticelli
La filosofa a gamba tesa nel dibattito-polemica tra Curia e Micromega

-> E IL COMUNE DI REGGIO (PER BOCCA DELL'ASSESSORE CORRADINI, PRESENTE ALLA CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE DEL FESTIVAL NAZIONALE DELLA LAICITA', IL 14 MARZO) DA' IL VIA LIBERA ALLA MOSTRA SULLA SATIRA ANTICLERICALE ALLESTITA A PALAZZO CASOTTI E DEDICATA ALL'EX SINDACO RENZO BONAZZI E AL PATRON DELLA FESTA DELL'UNITA' GLAUCO SONCINI. TRA GLI SPONSOR ANCHE LE COOP ROSSE E LA MANODORI "BIANCA", LA REGIONE E LA PROVINCIA, I COMUNI DI SCANDIANO E CORREGGIO, LA CGIL E L'UNIVERSITA', L'ARCI E L'ANPI, LA PANIZZI E L'ISTORECO, I TEATRI E IL CENTRO MALAGUZZI

null

-> Laicità, prossimamente in scena a Reggio Emilia. C’è da rimanere sconcertati. Vorrei dare un contributo rasserenante, nella misura del possibile, esponendo le ragioni per le quali, dove effettivamente di discussioni si tratta (e di cos’altro? Certo non di pugilato né di talk-show televisivi) le distinzioni fra discussioni cattive e discussioni buone, fra «laicismo» e «laicità positiva», fra «provocazione» e «rispetto» sono destituite di fondamento. All’ingiustizia apparente, allora, degli attacchi rivolti agli organizzatori vorrei rispondere con un socratico «ma perché?». O più esattamente: ma come possono suonare offensivi degli interrogativi? Come si fa ad affermare con fondamento una proposizione vera se prima non ci si è chiesto se è vera? E allora come può suonare provocatoria una domanda come «Il filosofo può credere in Dio?».
Mi perdoni don Landini, ma è esattamente quella che si è posto, fra molti altri, un cristiano come Kant, che voleva contestare la metafisica «per far posto alla fede»... (CONTINUA DENTRO...)

» Read More

Category: General
Posted by: editor

L'ASSEDIO NON SOLO: STASERA IN GABELLA ARRIVA MINA WELBY

->Fiat Lux!, Volkswagen Bux!, Lancia Dux (autarchia!) e Mercedes-Benz

E dire che secondo quel gianburrasca di Flores d'Arcais il nostro mite e
mitico mons. Landini avrebbe dovuto sostituire la scienziata spiritata...




-> Margherita Hack ha comunicato che non potrà essere presente,
come previsto, domenica 17 a Reggio. Ha voluto tuttavia partecipare
con questo contributo pubblicato su MicroMega on line.


Professoressa Hack, alle “Giornate della laicità” che si terranno a Reggio Emilia dal 15 al 17 aprile il suo intervento era tra i più attesi ma ha annunciato che non potrà esserci… Non sto benissimo, ho quasi 90 anni e nell’ultimo periodo ho avuto troppi impegni. Comunque attribuisco al festival una notevole importanza in questa fase in cui il governo è totalmente succube del Vaticano, malgrado la Costituzione dichiari il nostro paese laico. E’ fondamentale riaffermare ora il valore della laicità nel rispetto e nella libertà di tutti i cittadini. Eppure gli esponenti del Pdl hanno definito queste giornate “immorali”... (CONTINUA DENTRO...)

» Read More

Category: General
Posted by: editor

null.null

Oggi in decine di piazze d’Italia stanno manifestando precari, disoccupati, sottoccupati, sfruttati. Manifesteranno perchè questo paese ritrovi giustizia, legalità e dignità.
Il precariato è un grave problema, ma in quanto tale non sarebbe insormontabile. Diventa una minaccia all’esistenza delle persone quando insieme al precariato ci si imbatte nell’illegalità degli imprenditori, dei superiori gerarchici e spesso dei colleghi che sfruttano, che vessano, che ricattano per mantenere alte le loro rendite di denaro o prestigio, e per poter esercitare potere e per incutere paura. Si tratta di sfruttamento puro e crudo che sublima le caratteristiche peggiori del precariato, al cui confronto quello che si stigmatizza nei paesi asiatici nel lavoro manuale è poco di peggio, poco di più pietosamente schifoso.
Oggi sfilano anche centinaia di giornalisti precari, vessati, sfruttati... (CONTINUA DENTRO...)

» Read More

Category: General
Posted by: editor

* Ricordo del celebre pensatore: "Era spiritoso, lucido e demoniaco:
ci faceva sentire a nostro agio celando le ombre che portava con sé"


null
PENSIERI STRANGOLATI//"Bisogna pensare a Dio e non alla religione, all'estasi e non alla mistica. La differenza fra il teorico della fede e il credente è grande quanto quella fra lo psichiatra e il matto" Leggete sotto

Quando viveva Cioran, non c'era portone che varcassi con più gioia di quello di rue de l'Odèon, dove egli abitava. Non c'era ascensore (venne aggiunto più tardi). Una scala quasi a chiocciola si avvoltolava intorno a sé stessa, e ci abbandonava davanti alla bassa porta di una di quelle chambres de bonne dove i signori dell'Ottocento rinchiudevano le loro domestiche. Al suono del campanello, Cioran veniva ad aprire: esile, sorridente, trasformato nel fedele servo di sé stesso, ci pregava di chinarci per non battere la testa contro la cornice della porta... (CONTINUA DENTRO...)

» Read More

Category: General
Posted by: editor

(Satira politica) null
AV-VENTO DI GUERRA (CALDA? FREDDA?) TRA GUELFI DELLA POLITICA BIANCA E GHIBELLINI DELLA FINANZA DEVOTA: COME DICEVA NENNI, I PURI DI CUORE E I DURI DI SPIRITO (SANTO) TROVANO SEMPRE UNO PIU' PURO DI LORO CHE LI EPURA. EBBENE SI', PRIMA O POI TUTTI I NODI E I CHIODI (DEL CROCIFISSO: MAI DIRE LUZZATTO SE NON CE L'HAI NEL SACCO!) VENGONO AL PETTINE, E L'AMBIGUITA' A GALLA: IN MANODORI SI CERCA L'EXIT STRATEGY DOPO LA FRITTATA (ANCHE DETTA PUREA DI PATATE... BOLLENTI, O ASSIST-TRAGEDY) DELL'APPOGGIO ONEROSO - ONEROSO IN TUTTI I SENSI E I CONTROSENSI, SPECIE GEO-TEO-POLITICI - ALLE "GIORNATE MANGIAPRETI" (CHE INIZIANO VENERDI' PROSSIMO)

null
Conferenza-stampa di presentazione delle "Giornate", 14 marzo scorso

LA FONDAZIONE E' UNA, UNICREDIT E TRINA (VABBE', FORSE ANCHE TRINARICIUTA): FATTO STA CHE UN PO' PILATESCAMENTE CON UNA MANO HA EROGATO PECUNIA AI FANS DI UN'ITALIA SENZA CROCIFISSO (CHE A DIR LORO "SAREBBE MIGLIORE", E FIN QUI POSSIAMO ESSERE PIU' O MENO D'ACCORDO, MA SOLO IN SENSO VATICANO, LADDOVE IL TEMPORALE DA SEMPRE SI FONDE-CONFONDE COL SECOLARE, NON CERTO IN SENSO CRISTOLOGICO-CRISTIANO, DUNQUE SANAMENTE KERIGMATICO), E CON L'ALTRA - A DISTANZA DI POCHE SETTIMANE - S'E' BATTUTA IL PETTO RECITANDO IL MEA CULPA E MANDANDO IN TRINCEA (IL 14 MARZO SCORSO: UN 14 LUGLIO 1789?) LA PIU' LAICA -
SI FA PER DIRE - DEL CDA DELL'ENTE, NOTRE DAME CARBOGNANI'...


->PARADOSSI E PAROSSISMI: DELLE PENTOLE E DEI COPERCHI
Inferno, Purgatorio e Paradiso. Imbarazzo dell'area "papalina" della Fondazione dinnanzi alle insistite polemiche innescate da alcuni soi-disants "cattolici adulti" in merito all'opportunità di fare o aderire o finanziare una rassegna dal vago sapore ateo e dal mai pago tenore anticlericale (organizzata da Arci e Micromega: insomma, non proprio un Family Day per Papa-boys). Nel Cda dell'ente benifico d'emanazione bancaria, infatti, siedono l'assindustriale più bianco che rosso Borghi (presidente), l'ex parlamentare Dc Morini e il presidente del Forum delle Famiglie (cristiane) Ricchetti.
Non solo: nel consiglio generale della stessa istituzione cittadina (a quanto pare alle prese con un diffuso, virale attacco acuto di malpancismo neo-catecumenale, anche detto di "dissenteria" intestina nel senso che col senno di poi sarebbero in tanti ad aver mugugnato o giustappunto dissentito dalla scelta - questione di coscienza privata, coerenza pubblica e fede autentica - di patrocinare il raduno nazionale dei "mangiapreti") siede anche il membro in quota Curia Simonini.
Tornando al board, completano la cinquina la vicepresidente Carbognani (di simpatie decisamente più laico-socialiste, se non altro per background culturale: e forse è proprio per questo che, quasi fosse una excusatio non petita preventivo-precauzionale, si è deciso andasse lei, in rappresentanza della Manodori, alla conferenza stampa di presentazione delle Giornate laiche, il 14 marzo scorso) e un pezzo da novanta dell'associazione di rito spaggiariano "Lai-Cità Attiva" (mica male questa - ndr), il camice bianco Guiducci.
Tradotto: la Parigi della presa della Pastiglia (anche detta pillola amara, ma guai a nominare quella del giorno dopo) val bene una messa in Cattedrale, una messa in scena o una messa in piega dal coiffeur carbognano (che magari è lo stesso del poeta booreale Ildo, anche lui presente al tavolo dei finanziatori laicisti). Ma un conto è la pentola-contenitore, cioè la rassegnata rassegna, benissimo, un altro è ritrovarsi a fare - i conti con - i coperchi-effetti, cioè gestire le inevitabili (ric)reazioni a catena - catena di Sant'Antonio, of course: Ecce Duomo! D'altronde i buoi della polemica fratricida tra teo-dem e neo-con ossia tra cat-com (cattolici comunardi) e bat-Man (battaglione manodoriano) reggiani sono scappati quando alcuni neo (teo, reo) Pagani del Pd hanno lanciato il cuore oltre l'ostacolo e gettato il fatidico sasso nel ristagno di una questione su cui a loro (dis)dire non si poteva o doveva tacere (religiosamente parlando, giacché gli affari divini sono quasi sempre affari di voti, cioè instrumentum regni: vieni avanti, pretino!).
Sennonché il recinto (che evidentemente era bell'e che aperto, con la "fucktory" della geopolitica cattolica malauguratamente incustodita e in evoluzione) non è ancora stato chiuso. E il festival dello scisma - un sisma della pre-potenza di 7 gradi della scala Roncalli e due paternoster- inizia venerdì prossimo, 15 aprile, anno domini 2011.


null

Category: General
Posted by: editor

L'Altra Italia // Lectio magistralis di Roberto Saviano ieri sera All'Arco
*NESSUNA POPSTAR E' IN GRADO DI RADUNARE ATTORNO A SE' TANTA FOLLA CONSAPEVOLE E PARTECIPE. UN CAPOLAVORO ORGANIZZATIVO
ICONE&RIVOLUZIONE Devozione totale, atmosfera sacrale: una marea di giovanissimi in fila per ore, tutti lì a sventolare il suo neo libretto rosso

SONO IN MOLTI A INDICARLO QUALE 'TRANSCANDIDATO' IDEALE DI UN PATTO-GOVERNO RI-COSTITUENTE DI UNITA' E SALVEZZA NAZIONALE


Linkiamo un video (da Reggionline.com: sennò Pergolo ci cazzia;-) dell'evento di ieri

Sono le 18 circa, siamo in via Emilia Santo Stefano a Reggio Emilia.
La via è lunga e a scandire i metri di distanza che mancano alle porte della Libreria All’Arco sono le bellissime bandiere, simbolo di tutta Italia, appese in alto per ornare il corso. Il clima è quello di un tardo pomeriggio assolato, gradevole, sereno e ordinato.
La folla che riempie la via è sorridente, cortese, ed è li’ per aspettare lui: Roberto Saviano. La moltitudine lo accoglie ancora prima che arrivi, con piu’ di due ore di anticipo. Ci sono i volti di chi studia all’università, ci sono bambini che frequentano ancora le scuole elementari e nell’attesa si leggono un libro leggero, quelli appena usciti dall’ufficio, dalla biblioteca, chi è arrivato da un'altra città, chi ha fatto appena in tempo ed è corso in fila per assicurarsi di entrare alla presentazione di“Vieni via con me”... (CONTINUA DENTRO...)

» Read More

Category: General
Posted by: editor

*FLOSH-MOB: UNA VOLTA VA BENE, CI STA. LA SECONDA E' DI TROPPO
null

-> Scambiare le abitudini di stagione per un "big one" organizzativo
non è il massimo. Perchè dove non potrà il tam-tam ci penserà madre natura. Già: facile portare gente in strada a primavera inoltrata, quando fa bel tempo e le giornate sono lunghe oltremisura. Meno facile (ma con l'entusiasmo e l'attesa che si deve alle "prime") è stato radunarla il 26 febbraio. Insomma: cronaca di un successo annunciato, nel senso di prevedibile.
Con una temperatura sopra i 20° la gente esce lo stesso, motu proprio, con o senza zombies coi quali solidarizzare: una persona normale, con sere come queste, s'infila le scarpe comode e scende volentieri a fare due passi per prendersi un gelato o anche solo per far sfilare l'orgoglio di cane o di bimbo; se poi i predetti deambulanti sentono un tamburo o un altoparlante, o vedono un capannello di super-eroi in tenuta "anti-scommessa", beh, giocoforza la curiosità prende il sopravvento e zac!, uno si avvicina, un altro s'appropinqua perché vede il primo affascinarsi, un altro ancora accosta per non essere da meno rispetto agli altri due e splash!, il colpo d'occhio (l'effetto-assembramento) è assicurato e tutti possono cantare vittoria: compro-missione compiuta!

Del sole e della luce abbiamo detto: se poi di tanto in tanto nel "centro i-sterico" c'è qualcosa da fare o da vedere (e tra poco succederà: Fotografia Europea ed effetti collaterali, Restate e iniziative afferenti, distese estive e convergenze parallele) il piatto ride e il diavolo fa pure i coperchi. Stasera, ad esempio, ci saranno centinaia di persone su e giù tra la via Emilia e il west, tra la bicicletta e la libreria: è il richiamo della foresta (vergine) di Saviano, idolo ed eroe formato famiglia.

A volte ritornano, sennonché nessuno ne avvertiva la mancanza, men che meno la necessità. Massì, avrete letto: da un po' di tempo si parla (straparla) di sabato 9 aprile, fatidica data di chissà quale sorte progressiva.
Repetita juvant? Macchè: errare (per le vie dell'esagono) humanum est, certamente, ma perseverare (indugiare) sugli allori di un evento riuscito ricucito riproposto può fare inciampare anche i più accorti nell'infinito strascico del diabolico (col declassamento dell'effetto-sorpresa a mero effetto-rappreso, laddove tutti i noiosi prima o poi scivolano sulla nota buccia di banale). Eh sì: un conto è essere peripatetici una volta, riuscendo a bucare il video e il tedio delle notti reggiane; altra cosa, invece, è esserlo una seconda volta a poco più di un mese dalla prima, rischiando di essere scambiati per patetici e basta.

Domanda: a che serve un altro raduno in piazza (tra il serio del fatto amministrativo e il faceto del diletto creativo) se non a celebrare nuovamente e a costo zero, a mezzo stampa, l'estro giovanilistico (ancorché replicante) degli organizzatori e dei loro sodali o simpatizzanti politici? La strada della provocazione situazionista-futurista, che ha comunque ottenuto attenzione e rastrellato consenso mediatico trasversale, é stata indicata e spianata, così come la provocazione dal basso: bell'e che consumata, appunto, esauritasi nell'annuncio e ratificata con l'effettivo ritrovo dei "morti risorti" a zonzo per il centro.
Per cui non ha senso, oggi, proporre una minestra riscaldata (stessi ideatori, stessa provocazione, stesso obiettivo, persino stesso web-design, tanto per fare un po' di marketing grafico, ché la visibilità versione 'factory' fa fico e comunque non guasta mai), sennò il fare l'alba dei morti viventi potrebbe trasformarsi nell'eclissarsi al tramonto di un pure volenteroso esercito di tramortiti riservisti.

Cosa aggiungerà mai un nuovo funeral party al "vecchio" blitz contro la città mortorio? Squadra che vince non si cambia, ok: ma qui si sta giocando la stessa identica partita; e poi, come recita un brocardo del diritto, nessuno può essere giudicato due volte per lo stesso reato (double jeopardy nel Common Law anglosassone, il celebre "ne bis in idem" dei latini), e per quel che ci riguarda il "processo" alla politica, ai residenti e ai commercianti è già stato celebrato in occasione del primo happy hours mascherato, e nessun nuovo elemento nel frattempo è emerso a carico dei presunti responsabili di tale mortificazione e/o desertificazione cittadina (a parte il fatto che manca la parte lesa, e perdipiù nessuno ha fatto ricorso in appello contro il non luogo a procedere in quanto il delitto in premessa, che pure sussiste, non costituisce reato, o perlomeno non ci sono prove sufficienti affinché le critiche vengano indirizzate a questo ente piuttosto che a quell'altra associazione, a questo quartiere piuttosto che a una diffusa e un po' sciatta mentalità dissuasivo-repressiva, che ha trovato nella pigrizia di alcuni e nell'imprenditoria senza rischi di altri il terreno giusto su cui seminare l'infertilità di una piccola borghesia inanimata e poco luminal.

Category: General
Posted by: editor

->Stasera, intanto, e sempre alle ore 21, presso Infoshop Mag6, zona Mirabello, il caporedattore della Gazzetta Mastrangelo presenta il (suo) libro "I misteri di Reggio". Con lui il moderatore Gianpar, che sfidando l'autore di "Gomorra" dichiara: "Faremo almeno 2000 persone...". Parmiggiani poi rivela: "Sto preparando anch'io un libro-inchiesta sulle infiltrazioni della camorra tra i Templari; considerando le pratiche 'gaie' dei cavalieri crociati, penso proprio che lo intitolerò "Sodoma"...".

Non expedit, non possumus / ROBERTO DICE SI' ALLA SILVI E NO A DELRIO!
Evento: colpo grosso della libreria del centro, attese oltre 1000 persone
null
Stasera è "All'Arco" per presentare il suo ultimo libro
Feltrinelli ubi maior, Comune tricolore minor cessat
Vieni via con me? Macché: Roberto se ne va via da sé


-> Il Comune rincorre la Tv per un po' di ribalta: due mesi fa l'invito a Benigni (toh, un altro Roberto) per "riparare" la lacuna tricolore dal palco di Sanremo; oggi la star dei programmi di Fazio&C. che, pur passando da Reggio e fermandosi un tot in libreria a firmare autografi e fare foto coi fans, rinuncia a farsi consegnare una copia della prima bandiera per un magic moment (dans l'espace d'un matin) a uso di fotografi e 'pomodori'

Orgoglio cittadino. Corsivo critico e un po' risentito del direttore della Gazzetta (quotidiano del gruppo L'Espresso-La Repubblica, di cui Saviano è autorevole editorialista), il quale, con invidiabile coraggio, stamattina, rivolgendosi direttamente allo scrittore-simbolo ed eroe civile, ha scritto ciò che molti pensano ma in pochi dicono in merito al rifiuto dell'autore di "Gomorra" di fare un salto in Municipio per ritirare la cittadinanza onoraria conferitagli tempo fa dal consiglio comunale di Reggio (come da esplicito e rinnovato invito da parte dello stesso consesso politico). Detto ciò, resta il fatto che è suo precipuo diritto gestire l'agenda degli appuntamenti come meglio crede: anzi, forse fa bene a non lasciarsi lusingare e tirare per la giacchetta, dunque a sottrarsi a superflue iniziative e/o cerimoniali su cui peraltro i politici locali di destra e sinistra avrebbero messo il cappello, sfruttando la vetrina pubblica per l'ennesima parata (pro-consenso) a mezzo stampa

"Lo scrittore Roberto Saviano sarà mercoledì sera a Reggio alla libreria all'Arco per presentare il suo ultimo libro, "Vieni via con me", che ha già venduto mezzo milione di copie. Nel contempo però l'autore di Gomorra ha fatto sapere di non poter passare in Municipio a ritirare quella cittadinanza onoraria che Reggio gli ha attribuito due anni fa. A impedirglielo sarebbe un'agenda troppo fitta di impegni. Una decisione, questa, che ha provocato non poche polemiche in campo politico".

Category: General
Posted by: editor

null
"Ecco la vera novità per Casalgrande e il distretto ceramico, annunciata in FB qualche giorno fà, attesa da oltre 30anni e in fase di realizzazione (ahimè) da 8anni. Adesso si può aprire il sipario, spegnere le luci e accendere i riflettori. Con i primi di maggio verranno posate le ultime barriere fonoassorbenti e nella prima quindicina dello stesso mese inaugurata. Si parlo proprio di lei, la PEDEMONTANA" (Andrea Rossi)

Category: General
Posted by: editor

(Satira politica) null
REGGIO TEOCRATICA - 5 /// Gli ultimi fuochi di una disputa feroce
L'ateo di Micromega rilancia con una lettera-rasoiata cui mons. Landini replica sui giornali di oggi. Finalmente un intervento senza se e senza ma quello del filosofo giacobino, demolitorio e definitivo, febbrilmente anti-vaticanista: una posizione netta e a suo modo riparatoria, nel senso che mette una pezza al pavido silenzio piddino, partito sempre più catto e/o d'accatto e sempre meno comunista (persino nella città più bigotta e decotta d'Italia: già medaglia d'Oro Saiwa della Resistenza prima e della residenza poi - leggasi maisonettes by coop rosse; già capitale morale e oggi più che mai capolinea umorale, ex feudo di sinistra e oggi fondo di barile d'una politica che non ha più nulla da rosicare né da raschiare).

PURE DON MORLINI SI DISSOCIA DAL PANCLERICALISMO DEI COLLEGHI
Don Macchioni e Ranza invece spezzano un'ostia in favore della Chiesa


null
COGNOMEN OMEN: IL PAPA LAICO DELLE TUTE BLU MAURIZIO LANDINI

-> LE GIORNATE DELLA LAICITÀ: QUALE DIALOGO? (By mons. Landini)
Il prof. Paolo Flores d’Arcais mi dedica molta attenzione e spazio con
un ampio articolo comparso oggi domenica 3 aprile, nel quale ribatte alle mie critiche rivolte soprattutto a lui come curatore e responsabile scientifico delle prossime Giornate della laicità. Impegni del giorno festivo mi impongono di limitare la mia risposta a due punti... (CONTINUA DENTRO...)

» Read More

Category: General
Posted by: editor

E alle ore 18 l'ndranghetologo Nicaso è al centro giovani di Scandiano

* Mercoledì sera (ore 21) il giornalista-scrittore Roberto Saviano sarà ospite della libreria All'Arco (via Emilia S. Stefano), dove presenterà il libro "Vieni via con me". L'autore-simbolo firmerà copie del volume.
null

Category: General
Posted by: editor
* LO CONFERMA L'AUTOREVOLE STORICO ALDO A. MOLA
(Clicca e leggi il lungo e documentato intervento di Volpe di ieri)


Riceviamo e pubblichiamo - 2 // L'invito all'ascolto dell'amico Osvaldo

"La scala del Diavolo" (non ce ne voglia Pagani, né Landini né Tincani...)
Category: General
Posted by: editor

(Satira politica) null
TEOCRAZIA IN SALSA REGGIANA-4 POLEMICHE, RIGURGITI E ROGHI

JUBILATE DEO! (ADESTE FIDELIS: VENITE ADOREMUS, VENITE PARVULOS)
null

COME VOLEVASI DIMOSTRARE: MASSI', ECCO LA SMOKING GUN, IL TURIBOLO FUMANTE, IL GUANTO DI PARAFFINA IN GRADO DI RIVELARE VISTOSE TRACCE D'INCENSO SULL'ASPERSORIO. TUTTI I QUOTIDIANI DELLA TAPINA, BEGHINA E CODINA REGGIO IERI, CHI PIU' CHI MENO,
CHI TURANDOSI IL NASO E CHI SPALANCANDO LE NARICI, SI SONO GENUFLESSI - GIORNALISTICAMENTE PARLANDO - AI DUE LUOGOTENENTI DI DIO IN LOCO, OSPITANDO CIOE' CON PARADISIACO TRASPORTO (BEN PRESTO TRADOTTOSI IN DOVEROSO E CARTACEO RISALTO) L'INTERVENTO IN TANDEM DI DUE AUTOREVOLI E SMALIZIATI DEFENSOR FIDEI DELLA CURIA REGGIANA, OSSIA IL DOTTOR SOTTILE DON EMILIO E L'EXTRATERRESTRE RIDANCIANO EDO. PROPRIO COSI'. NON SOLO IL PLUTO-CLERICALE "L'INFORMAZIONE" (QUESTIONE DI PROPRIETA') O "L'OSSERVATORE TIZIANO" (SU CUI SCRIVE FRATE ZAMBRO): PERSINO IL CERCHIOBOTTISTA "CARLINO" (PIU' CATTOLICO
DI "FAMIGLIA CRISTIANA": AL CASO DEL GIORNO HA DEDICATO DUE NUOVE PAGINE) E LA SCHIERATA A SINISTRA "GAZZETTA" (CHE HA RIPRESO LA COSA RISERVANDO ALLA POLEMICA-SUPERCAZZOLA DEL MENGA TRA LAICI E PRETI UN ALTRO BEL PAGINONE PERDIPIU' SORMONTATO DA UN TITOLO A CARATTERI CUBITALI) SI SONO DATI ALLA 'MESSA CANTATA' PRO-VATICANO, DUNQUE PRO-REALPOLITIK.


nullnull

Il teologo Vito Mancuso presenta il libro ("In principio era la gioia") di un teologo domenicano (Matthew Fox) che fu espulso da Ratzinger: è il primo titolo della sua nuova collana ("Campo dei Fiori", Fazi), dedicata ai temi della spiritualità. Nonostante le sue opere siano state tradotte in 42 lingue, l'autore in Italia è sconosciuto. Alla ricerca di una religiosità che va oltre chi la nega e chi, al contrario, la vive come obbligo. Una lettura che cade a fagiolo inserendosi nella polemica reggiana tra laici e curiali.

null

In occasione della seconda edizione di “Libri Come” all’Auditorium Parco della Musica di Roma, domenica 3 aprile alle ore 12, presso il Teatro Studio, il teologo americano Matthew Fox, autore di In principio era la gioia, il titolo che ha inaugurato la collana “Campo dei fiori”, diretta da Vito Mancuso ed Elido Fazi, dialogherà con Vito Mancuso sul tema “Come un libro può fare paura”. Matthew Fox, a causa delle sue tesi che hanno capovolto uno dei capisaldi del Cristianesimo, ossia la centralità del peccato originale, è stato costretto ad abbandonare l’ordine domenicano cui apparteneva.
Sabato 2 alle ore 17,00, presso il Garage-Officina 1, Elido Fazi e Vito Mancuso presenteranno la collana “Campo dei fiori”, una serie dedicata al dialogo interreligioso, alla libera ricerca spirituale, che intende promuovere la spiritualità come libertà, fiducia nella vita, capacità di critica, comunione con la natura e con gli esseri umani. Dopo il saggio di Matthew Fox, le pubblicazioni della serie proseguono con il saggio di Paul Knitter sul rapporto tra Buddhismo e Cristianesimo e la pluripremiata biografia che Sarah Bakewell ha dedicato a Montaigne.


null

Ci sono libri che mettono paura a chi detiene il potere. Forse anche così si spiega il paradosso di un bestseller pubblicato in America nel 1983, tradotto nelle principali lingue del mondo e che arriva in Italia solo ora col titolo In principio era la gioia. L'autore, Matthew Fox, prima della pubblicazione era un padre domenicano, ma dopo venne espulso dal suo ordine dietro iniziativa dell'allora cardinal Ratzinger in qualità di Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede. Così Fox commenta l'accaduto: «Dalla reazione esagerata di Ratzinger al messaggio di speranza, creatività e responsabilità di questo libro, ho imparato che la fazione patriarcale del Cristianesimo è legata a filo doppio con il peccato originale (...). Ha definito questo libro "pericoloso e fuorviante" e mi ha fatto espellere dall'ordine domenicano (...). Io sono convinto che a essere pericolosa e fuorviante sia la crescita del controllo patriarcale, del pessimismo, dell'antropocentrismo e dell'ideologia del peccato originale». Fox intende restaurare il più autentico cristianesimo in fedeltà all'ideale originario del fondatore, l'ebreo Gesù di Nazareth, per una spiritualità non-dualistica, amica di Dio e amica del mondo, fedele al mondo e proprio per questo fedele a Dio, la spiritualità della gioia quieta e della perfetta letizia vissuta da Ildegarda di Bingen, Francesco d'Assisi, Meister Eckhart, Giuliana di Norwich, Matilde di Magdeburgo, Teilhard de Chardin, Thomas Merton e molti altri grandi spirituali... (CONTINUA DENTRO...)

null
-> MA SUI TEMI BIOETICI (VEDI CASO ELUANA) SIAMO PIU' PRO-CHIESA

» Read More

Category: General
Posted by: editor

nullnull
PESCE E' IL PRIMO DI APRILE, IL PIU' CRUDELE DEI MESI (E DELLE NEMESI)

-> Quest'anno si celebra il bicentenario della nascita di Liszt

VOGLIA DI MARE
nullnull

SABATO 2 APRILE: "CENA AL BUIO" A FELLEGARA
-> Il circolo Nuova Fellegara e l'Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti (sezione di Reggio Emilia) vi invitano a un'esperienza unica: una serata
di sensibilizzazione sul tema 'cecità e divertimento'. Il menu comprende antipasto, primo, secondo, dessert, caffé e bevande: il tutto a 25 euro.
Vi aspettiamo puntuali alle ore 20 per iniziare insieme. La prenotazione
è obbligatoria. Info: Mauro (347.1472858), Circolo (0522.854155)


VOGLIA DI AMARE
null

"Ho provato a parlare. Forse, ignoro la lingua.
Tutte frasi sbagliate. Le risposte: sassate"
(G. Caproni)